Coronavirus, l’App gratuita per alleviare lo stress di medici e infermieri 

Coronavirus, l'App gratuita per alleviare lo stress di medici e infermieri

Pubblicato il: 10/04/2020 16:33

Una “semplice” traccia audio della durata di 20 minuti, da ascoltare con cuffie o auricolari, che agisce sull’attivazione neuronale e corticale del cervello per indurre uno stato rilassatezza mentale e fisica. E’ quanto proposto dalla web app gratuita “Profondamente.app” per supportare, alleviando i sovraccarichi di stress, il personale ospedaliero impegnato nella lotta al Covid-19. L’audio presente sul sito unisce le tecniche della “distensione immaginativa” e della “visualizzazione guidata” per accompagnare l’ascoltatore, ad occhi chiusi, in un percorso di scioglimento delle tensioni replicabile in qualsiasi momento. Il servizio è disponibile anche in inglese, spagnolo, francese, tedesco e svedese.

Il progetto, nato in Veneto negli ultimi giorni del mese di marzo, è il frutto della collaborazione di tre figure dalle competenze complementari: un ingegnere, Fausto Panizzolo, fondatore della startup innovativa Moveo Walks, uno psicoterapeuta, Donato Simone Frigotto, specializzato in metodi distensivi, e un informatico, Pier Mattia Avesani, fondatore della software house Uqido.

“Ci siamo chiesti come potessimo contribuire attivamente, unendo da casa le nostre professionalità, a fornire un supporto a coloro che stanno mettendo a rischio la propria vita per il benessere della collettività – spiegano gli ideatori – e abbiamo trovato la risposta nella possibilità di alleggerire il più possibile i loro carichi di stress, emotivo e fisico. Dalla data di rilascio, il 31 marzo, la traccia audio è stata fruita con un sorprendente passaparola da circa 8.000 operatori, il 60% dei quali è tornato ad utilizzarla”.

L’audio è studiato per innescare gradualmente la cosiddetta “risposta di rilassamento”, che consiste in: un abbassamento del metabolismo, del ritmo cardiaco, della pressione sanguigna e del ritmo respiratorio; un aumento della presenza di frequenze più basse nelle onde elettromagnetiche prodotte dal cervello, come le onde Alfa e, in parte, le Theta, influendo così sul sistema endocrino per ridurre la produzione del cortisolo (detto “ormone dello stress”) e aumentare la produzione di altri ormoni benefici per l’organismo, come l’ossitocina; un aumento delle funzioni cerebrali di attenzione e decision-making; la distensione muscolare e la conseguente riduzione della percezione del dolore. Tutto questo favorisce nettamente un senso di rigenerazione e di benessere.