Coronavirus, Libia: rilasciati oltre 1300 detenuti per timore contagi 

Coronavirus, Libia: rilasciati oltre 1300 detenuti per timore contagi

Foto Fotogramma

Pubblicato il: 11/04/2020 08:51

Il ministero della Giustizia del governo libico riconosciuto dall’Onu il 6 aprile 2020 ha dichiarato che un totale di 1.347 detenuti sono stati finora rilasciati per paura della diffusione del Covid-19 nelle carceri. Lo sottolinea l’associazione per l’abolizione della pena di morte nel mondo ‘Nessuno Tocchi Caino’.

“Al fine di prevenire infezioni di coronavirus e ridurre il sovraffollamento all’interno delle strutture di correzione e riabilitazione, il rilascio di detenuti in attesa di indagini e di processi continua”, ha detto il ministero in una nota.

Alla fine di marzo, sono 1.347 i detenuti liberati dalle strutture di correzione e riabilitazione in diverse città della Libia, ha aggiunto la dichiarazione. Il ministero ha dichiarato di voler scarcerare altri prigionieri in futuro, compresi quelli che hanno scontato più della metà delle loro pene, gli anziani e quelli in particolari condizioni di salute.