Coronavirus: Salvini, ‘al lavoro per far riaprire chi può o sarà disastro’ 

Coronavirus, Salvini: Al lavoro per far riaprire chi può o sarà disastro

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 14/04/2020 08:48

“Nel rispetto delle norme della salute, faremo il possibile e l’impossibile per far riaprire chi può, in sicurezza, il prima possibile, perché pensare di star chiusi altre settimane o altri mesi porterà al disastro economico”. Lo ha detto, in collegamento telefonico con Telelombardia, il leader della Lega Matteo Salvini.

Restare ‘chiusi’ fino alla fine dell’anno, come indicherebbe la Von der Leyen? “Sarebbe una follia gettare nello sconforto milioni di cittadini… Mi auguro che la signora tedesca sia smentita il prima possibile e che si possa uscire il prima possibile”, ha detto poi Salvini che, sugli ‘anziani isolati fino a fine anno’ come dice ancora von der Leyen, afferma: “Mi rifiuto di pensarlo. Sull’Europa credo che tutti gli italiani abbiano capito che qualcosa non funziona. Dall’inizio della pandemia non hanno mosso un dito, che adesso gettino nello sconforto milioni di cittadini europei sopra i 70 anni, mi sembra una follia. Mi auguro di smentire la signora tedesca e che magari grazie al lavoro degli scienziati italiani, lombardi, si possa uscire il prima possibile”.

Quanto al premier Conte, “ho letto che anche ieri è tornato a fare polemica attaccando me e i giornalisti… Ieri ho dedicato buona parte della giornata ascoltando alcuni medici di Pavia, del milanese, del bresciano, che mi spiegavano come si sta cercando di uscire da questo disastro e le associazioni dei produttori e dei lavoratori… Pensiamo a chi lavora giorno per giorno”.

Il governo assicura che non accetterà di ricorrere al Mes? “Meglio tardi che mai”, ha poi sottolineato il leader della Lega il quale spera che “siano solo parole su nuove tasse dopo il coronavirus. Leu addirittura parla di tassa sulla casa… L’ultima cosa di cui gli italiani hanno bisogno sono nuove tasse”.