Il frate delle stimmate: “Guardare avanti, la preghiera ci salverà” 

Pubblicato da in data 13 Aprile 2020

Il frate delle stimmate: Guardare avanti, la preghiera ci salverà

(Fotogramma)

Pubblicato il: 14/04/2020 18:56

“Guardare avanti, non avere paura, la preghiera ci salverà”. E’ il messaggio che dalla Fraternità degli Apostoli di Dio di Calvi dell’Umbria fa arrivare fra Elia, mistico che durante la quaresima e la settimana Santa in particolare, vive la Passione di Gesù: “Io non le volevo – ha avuto modo di spiegare fra Elia a cui tutti i venerdì si aprono le stimmate – Ho pregato il Signore chiedendo di togliermele. Ero un giovane come tutti gli altri e quando mi vengono ancora oggi mi sento un po’ diverso da tutti gli altri”.

Fra Elia, chiuso ora nel convento umbro per l’emergenza coronavirus e reduce dal lungo digiuno quaresimale, solitamente riceve persone che arrivano in libero pellegrinaggio da tutto il mondo. La fraternità infatti non organizza pullman o pellegrinaggi.

La comunità fondata da fra Elia, guardata all’inizio non senza diffidenza e solo con qualche sparuto aiuto, si propone di ‘rendere belle le cose brutte’. Nell’impossibilità di ricevere pellegrini e gente che viene a chiedere aiuto e conforto spirituale a causa della pandemia, fra Elia osserva: “Vi faccio una domanda ironicamente… ma tutto questo il mondo se lo merita? Ce lo meritiamo? Noi chiediamo la grazia, la guarigione, la salute, ma dentro non ci liberiamo dalla paura. Siamo terrorizzati”.

Il mistico si rivolge ad ognuno: ”Tu oggi cosa fai? Se tutto questo ti fa paura o ti fa credere di morire, ti dico di non vedere tutto negativo. Tu puoi fare di più!”.

Fra Elia, per fronteggiare il momento drammatico dell’emergenza coronavirus, invita alla preghiera e alla meditazione: “Puoi pregare nella tua stanza da solo, meditare, pensare che tutto questo svanirà in un attimo, senza star lì a commentare sempre. Affidati al Signore con fiducia, prega e sii sereno. Spera, dona gioia alla tua famiglia e benedici ogni giorno che viene, sii te stesso e ringrazia il Signore che nella vita non sei solo, ma sei compagno di Dio, amico e confidente. Medita”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background