Coronavirus Lazio, D’Amato: “Calano i ricoveri in ospedale” 

Coronavirus Lazio, D'Amato: Calano i ricoveri in ospedale

(Fotogramma)

Pubblicato il: 17/04/2020 17:10

“Oggi registriamo un dato di 144 casi di positività e un trend stabile al 2,6%, ma sono in calo i ricoveri in ospedale“. Lo ha evidenziato l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato, in una nota, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

“Sono ad oggi 365 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio – evidenzia l’assessore D’Amato – Abbiamo istituito, in accordo con il Prefetto, il cordone sanitario intorno alla Rsa Bellosguardo (Civitavecchia) e la Rsa Villa Nina (Asl Roma 6)”. Dal bollettino odierno della Regione Lazio “emerge l’ampliamento della forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (18.368) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.767) più di 6mila unità”, prosegue l’assessore.

Per quanto riguarda i guariti è un record, sono 58 nelle ultime 24 ore per un totale di 978, mentre i decessi sono stati 16 e i tamponi effettuati oltre 85mila” sottolinea D’Amato.

Riguardo al personale sanitario, “allo Spallanzani si registrano casi vicini allo zero di infezione tra il personale sanitario dell’Istituto e sono al via i test sierologici” e “al Policlinico Umberto I dopo la sorveglianza su 300 casi complessivi esaminati, le positività registrate sono state due, pari allo 0,6%”.

“La nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 88mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.300 medici di famiglia e 320 pediatri di libera scelta collegati” riferisce ancora D’Amato mentre “per quanto riguarda i Dpi, dispositivi di protezione individuale, oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 214.500 mascherine chirurgiche, 23.700 maschere Ffp2, 150 maschere Ffp3, 1.008 camici sterili, 18.900 calzari, 9.500 guanti, 29.900 cuffie”.