Intesa Sanpaolo, soci approvano aumento di capitale per offerta su Ubi 

Intesa Sanpaolo, soci approvano aumento di capitale per offerta su Ubi

Pubblicato il: 27/04/2020 17:39

Gli azionisti di Intesa Sanpaolo danno il via libera all’aumento di capitale finalizzato all’offerta pubblica di scambio su Ubi Banca. Il 98% dei soci della banca riuniti in assemblea ha approvato l’aumento e hanno assegnato al consiglio di amministrazione la delega per deliberare entro il 31 dicembre prossimo una ripatrimonializzazione per un importo massimo complessivo di 1,01 miliardi di euro, oltre al sovrapprezzo, con l’emissione di un numero massimo di 1.945.284.755 azioni ordinarie. Le nuove azioni verranno valorizzate al prezzo di borsa al momento dell’emissione. “Nell’ipotesi di considerare il prezzo dell’azione Intesa Sanpaolo al 21 aprile 2020, pari a 1,3366 euro, l’aumento di capitale risulterebbe, a puro titolo esemplificativo, a pari a 2,6 miliardi di euro”, si spiega dalla banca.

“Grazie al sostegno dei nostri azionisti proseguiamo con maggior convinzione nell’offerta di scambio promossa nei confronti di Ubi”, ha commentato il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina. “Un’operazione che, nel contesto generato dall’epidemia da Covid-19, acquisisce maggiore valenza strategica e per Ubi Banca una prospettiva ancor più rilevante: elevata patrimonializzazione, robusta copertura dei crediti deteriorati, dimensione, diversificazione e capacità di investimento assumono ora ulteriore valore”.

L’operazione, ha precisato Messina, “andrà avanti anche in presenza di adesioni al 50% più una azione del capitale di Ubi. La creazione di un campione italiano, leader a livello continentale, grazie alla posizione di settimo operatore per generazione di ricavi e terzo per valore di borsa dell’Eurozona, sarà in grado di generare ulteriori benefici per tutti gli stakeholder e per i territori di elezione di Ubi e rappresenterà un solido supporto all’economia reale e sociale, con un rafforzamento complessivo del Paese”.