“Con lockdown rischio 7-15 milioni di gravidanze indesiderate”  

Con lockdown rischio 7-15 milioni di gravidanze indesiderate

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 29/04/2020 07:03

I lockdown per la pandemia da Coronavirus potrebbero causare fino a 15 milioni di gravidanze indesiderate nel mondo. A lanciare l’allarme è il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (Unfpa) in un rapporto realizzato con la collaborazione di Avenir Health, Johns Hopkins University e Victoria University.

Secondo lo studio, il lockdown che sta colpendo una significativa parte della popolazione mondiale potrebbe lasciare milioni di donne dei paesi a basso e medio reddito senza contraccettivi. L’analisi prende in considerazione tre possibili scenari: con un lockdown di tre mesi e interruzioni minime dei servizi la mancanza di contraccettivi potrebbe colpire circa 13 milioni di donne causando fino a 325mila gravidanze indesiderate. Con un isolamento di 6 mesi l’emergenza riguarderebbe 47 milioni di donne per circa 7 milioni di gravidanze indesiderate. Nello scenario più grave, con uno stop di un intero anno, la mancanza di contraccettivi avrebbe gravi conseguenze su 51 milioni di donne e il numero di gravidanze indesiderate potrebbe arrivare fino a 15 milioni.

Sei mesi di lockdown potrebbero inoltre comportare 31 milioni di ulteriori casi di violenza di genere. La pandemia, si legge ancora nel rapporto redatto dall’Unfpa, potrebbe portare anche a un aumento di circa 13 milioni dei matrimoni tra minori nei prossimi dieci anni. L’organizzazione spiega che già in questi mesi la pandemia ha causato un aumento dei casi di violenza ai danni delle donne nel mondo. Inoltre, in molti paesi le donne non si recano nelle strutture sanitarie a causa delle restrizioni o per la paura di essere contagiate.

“Questi nuovi dati mostrano l’impatto catastrofico che Covid-19 potrebbe presto avere su donne e ragazze in tutto il mondo”, ha sottolineato la dottoressa Natalia Kanem, direttore esecuto dell’Unfpa.