Confindustria: “Fase 2 caotica e contradditoria, grande assente fase 3”  

Confindustria: Fase 2 caotica e contradditoria, grande assente fase 3

(Fotogramma)

Pubblicato il: 30/04/2020 14:40

“Stiamo andando verso la riapertura delle attività economiche purtroppo caratterizzate da un caotico susseguirsi di misure incerte e contraddittorie. Ma c’è anche un altro tema enorme: non c’è al momento ancora nessuna parola sulla fase 3″. Così in sintesi, il presidente di Confindustria designato, Carlo Bonomi, secondo quanto riportato da un audio sul sito di Affari Italiani, torna a criticare la fase di riapertura dell’attività produttiva dal 4 maggio prossimo.

“Sono stupefatto che un Dpcm non espliciti con chiarezza nessun metodo fondato su un test di massa, su un tracciamento di contatti finalizzato direttamente alla diagnostica precoce da parte della sanità regionale. L’app Immuni non è stata validata né dalla Sanità centrale né dalle Regioni“, prosegue sottolineando la difficoltà dunque che la sicurezza sia reale al di là delle azioni di sanificazione e di tutela dei lavoratori che le imprese metteranno in atto. “Non c’è un Paese democratico che si avvia verso il terzo mese di lockdown senza un preciso metodo di raccolta dati epidemiologici. Anche la chiusura persistente delle scuole aggiunge problemi che impattano sulla conciliazione del lavoro e della cura familiare”, dice ancora. “Ma c’è un altro tema enorme: non è stata ancora fatta nessuna parola sulla fase 3. E noi dunque dobbiamo chiedere il nostro coinvolgimento diretto alla sua elaborazione perché questo 2020 ha indebolito le capacità di investimento delle nostre imprese”, conclude.