Morani: “In dl aprile contributi fondo perduto per microattività” 

Morani: In dl aprile contributi fondo perduto per microattività

(Fotogramma)

Pubblicato il: 30/04/2020 09:39

Nel decreto che ormai chiamo ‘fu aprile’, ci saranno contributi a fondo perduto soprattutto per micro attività e riguarderanno principalmente affitti, pagamento bollette e un piccolo contributo cash per gestire l’emergenza perché poi per la ripresa ci saranno provvedimenti che spingeranno l’economia, necessariamente diversi da quelli attuali”. Così Alessia Morani, sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico, ospite di 24 Mattino su Radio 24, spieganche che “gli interventi si aggirano complessivamente attorno ai 10 miliardi”.

Il decreto dovrebbe arrivare, nelle nostre intenzioni, in settimana“, ha quindi annunciato, precisando anche che “si sta pensando a una compensazione di imposte come contributo per le picciole imprese”. “Però stiamo lavorando soprattutto su qual è la platea e qual è il modo di far arrivare senza nessun intermediario direttamente nelle casse delle nostre aziende questi contributi”.

Quanto alla Fase 2, “anche in Italia stiamo ragionando su riaperture differenziate a seconda della curva dei contagi. Queste prime due settimane in cui circoleranno 4,5 milioni di lavoratori ci servono per monitorare il contagio e se la curva è gestibile, per cercare di capire quali sono le zone di Italia in cui si possono anche fare aperture differenziate anticipando magari alcune date indicate nel Dpcm”. “E’ molto importante in queste due settimane – continua Morani – cercare di capire cosa succede per cercare di programmare qualche apertura che ad oggi pare lontana. Non diamo false speranze, ma ci stiamo pensando, laddove ci sono pochissimi contagi, penso all’Umbria e qualche altra regione. Stiamo riflettendo su questo”.

Contro i rischi che stanno emergendo in queste settimane non va dimenticato “il fondo antiusura che c’è in Italia e che purtroppo è poco utilizzato: in questa fase abbiamo il dovere di mettere in circolazione quelle centinaia di milioni di euro che ci sono proprio per aiutare quelle imprese che in questo momento sono avvicinate dalle organizzazioni criminali e che si trovano nella loro morsa. Va fatto un intervento in questo senso ma credo che chi di dovere ci stia già pensando”, ha aggiunto il sottosegretario.