Pioggia di razzi su Tripoli, vittime 

Pubblicato da in data 8 Maggio 2020

Pioggia di razzi su Tripoli, vittime

(Afp)

Pubblicato il: 09/05/2020 14:11

E’ di almeno due morti e diversi feriti il bilancio provvisorio che arriva dalla capitale libica Tripoli dopo le notizie di un attacco con più di 80 razzi. Il bilancio, riportano i media locali, è stato confermato dall’operazione ‘Vulcano di rabbia’ del governo di concordia nazionale libico che ha denunciato gli attacchi che hanno colpito abitazioni nei pressi dell’aeroporto di Mitiga e la zona di Bab bin Ghashir.

Per gli attacchi sono accusate le forze al comando del generale Khalifa Haftar. In precedenza il portale di notizie Libya Observer aveva dato notizia di danni all’aeroporto di Mitiga, a un aereo della Libya Airlines, e della distruzione di un deposito di carburante nello scalo. Secondo la tv Alahrar, sarebbero invece due gli Airbus danneggiati, oltre alla sala d’attesa dell’aeroporto.

La Missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) ha condannato “con forza l’aumento di attacchi contro zone abitate da civili a Tripoli, compreso il terribile bombardamento nel quartiere di Zawiat al-Dahmani, vicino all’ambasciata turca e alla residenza dell’ambasciatore italiano”. La Missione Onu precisa che “continuerà a documentare violazioni” da condividere, se il caso, anche con la Corte penale internazionale.

Da Unsmil arriva “profonda preoccupazione per l’aumento degli attacchi indiscriminati in un momento in cui i libici meritano di celebrare in pace il mese sacro di Ramadan” e in un momento in cui “combattono contro la pandemia di Covid-19”. La nota parla di “una sfida diretta agli appelli di alcuni leader libici per la fine dei combattimenti e la ripresa del dialogo politico”. La Missione denuncia l'”aumento di attacchi indiscriminati dal primo maggio per la maggior parte attribuibili alle forze affiliate all’Lna”, le truppe del generale Khalifa Haftar. Dal primo all’8 maggio, si legge, almeno 15 civili sono morti e 50 sono rimasti feriti. Unsmil invita “tutte le parti in conflitto a rispettare i loro obblighi in base al diritto umanitario internazionale”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background