Tentata truffa, Foa si difende: “Gravi imprecisioni da Repubblica” 

Pubblicato da in data 8 Maggio 2020

Tentata truffa, Foa si difende: Gravi imprecisioni da Repubblica

Fotogramma

Pubblicato il: 09/05/2020 12:08

“In relazione all’articolo pubblicato da Repubblica” dal titolo ‘Ecco la strana storia della tentata truffa alla Rai di Marcello Foa’, articolo che riprende lo scoop dell’Adnkronos del 14 dicembre scorso sulle mail truffa in Rai, il presidente Foa in una nota fa presente che “nei sommari, nel testo e nelle grafiche a corredo dell’articolo sono riportati gravi errori e imprecisioni che falsano la ricostruzione del mio atteggiamento e dei miei comportamenti in tutta la vicenda della tentata truffa alla Rai, che io stesso ho denunciato alle autorità competenti e nella quale sono parte lesa. Ricordo che tutti gli elementi in mio possesso sono stati da me già portati a conoscenza in audizione anche alla Commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai. In particolare – continua Foa – “è falso, come afferma ‘la Repubblica’, che io abbia mai ‘autorizzato una operazione da un milione di euro’. È anche falso che io sia il ‘Ceo’ della Rai, come invece vengo presentato nell’articolo. Senza entrare in dettagli coperti da segreto istruttorio, riguardo alla successione degli eventi e ai contenuti rilevo significativi discostamenti dalla verità. È poi falso quanto scritto da ‘la Repubblica’ e cioè che ‘Foa chiede che il pagamento venga effettuato dall’amministratore delegato Salini’. E gravemente ambigua e fuorviante – insiste Foa – è la formulazione del titolo in prima pagina e di quello all’interno del quotidiano: ‘Ecco la strana storia della tentata truffa alla Rai di Marcello Foa’. Per tutto questo ho dato mandato ai miei avvocati di agire legalmente”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background