Bozza dl Rilancio, novità su salari e licenziamenti  

Pubblicato da in data 9 Maggio 2020

Bozza dl Rilancio, novità su salari e licenziamenti

Immagine d’archivio (Fotogramma)

Pubblicato il: 10/05/2020 17:13

Aiuti di Stato sotto forma di sovvenzioni per il pagamento dei salari, comprese le quote contributive e assistenziali, delle imprese, compresi i lavoratori autonomi, ed evitare i licenziamenti causa pandemia di Covid-19. E’ quanto prevede l’art.65 della bozza del Dl Rilancio per proteggere l’occupazione. Gli aiuti, si legge, circoscritti a imprese in settori o Regioni o di determinate dimensioni particolarmente colpite dalla pandemia, prevedono l’erogazione di una sovvenzione per un periodo non superiore a 12 mesi a decorrere dalla domanda di aiuto, per i dipendenti che altrimenti sarebbero stati licenziati a condizione che il personale che ne beneficia continui a svolgere in modo continuativo l’attività lavorativa durante tutto il periodo per il quale è concesso l’aiuto.

Inoltre la sovvenzione mensile per il pagamento dei salari non deve superare l’80% della retribuzione mensile lorda (compresi i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro) del personale beneficiario. Gli aiuti disciplinati dalla norma non possono comunque “in alcun caso consistere nei trattamenti di integrazione salariale di cui al decreto legislativo 14 settembre 2015”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background