Coronavirus, contagi in forte crescita in America Latina  

Coronavirus, contagi in forte crescita in America Latina

(Afp)

Pubblicato il: 11/05/2020 09:26

Continuano ad aumentare i casi di Covid-19 nei Paesi dell’America Latina, ben lontana dall’aver raggiunto il picco. Il Paese più colpito è il Brasile, che ha registrato 496 decessi nelle ultime 24 ore, portando a 11.123 il totale delle persone morte dopo aver contratto l’infezione. Sono invece 162.699 le persone risultate positive al test per il Covid-19, che nel Paese ha registrato una mortalità del 6,8 per cento come ha spiegato il ministero della Sanità. La zona più colpita è quella di Sao Paulo, la più popolata ed epicentro della malattia, con 3.709 decessi e 45.444 contagi, seguita da Rio de Janeiro con 1.714 morti e 17.062 infezioni.

In Perù, dove dal 24 maggio è in atto un lockdown, il ministero della Sanità ha confermato 67.307 casi e 1.889 morti. Solo nella capitale Lima si sono registrati 43.284 casi. In Cile, invece, nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.647 nuovi casi e otto morti, portando a 28.866 il totale dei contagiati e a 312 quello dei decessi. Il governo cileno prevede che il picco verrà raggiunto a maggio e per questo ha esteso il lockdown di un’altra settimana. La zona più colpita è quella di Santiago del Cile e della sua area metropolitana, dove si concentra il 70 per cento dei casi.

In Ecuador nelle ultime 24 ore sono state riportate 2.127 morti per Covid-19, con un notevole aumento rispetto ai 1.717 decessi registrati il giorno precedente. E’ invece salito a 29.559 il numero dei contagi. Il ministero della Sanità spiega che l’incremento è dovuto alla riclassificazione dei decessi: in 410 decessi la causa di morte per Covid-19 è stata determinata solo in seguito.

Nella Repubblica domenicana il totale delle infezioni è stato aggiornato a 10.347, mentre sono 388 i morti. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagi sono stati 465, mentre tre sono le persone che hanno perso la vita, come ha spiegato il ministro della Sanità Rafael Sanchez.