Coronavirus, “da bollette ad alimenti più 536 euro di spesa a famiglia” 

Pubblicato da in data 11 Maggio 2020

Coronavirus, da bollette ad alimenti più 536 euro di spesa a famiglia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 12/05/2020 16:26

L’emergenza Covid-19 sta mettendo a dura prova i bilanci delle famiglie italiane, una tendenza riscontrata i questi mesi di lockdown che costerà più di 536 euro a nucleo familiare su base annua. La stima è dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori che ha condotto uno studio in esclusiva per l’Adnkronos. Se da una parte la permanenza forzata a casa fa risparmiare soprattutto su carburanti e trasporti pubblici, su pranzi e cene fuori casa, dall’altra, è sulla spesa alimentare e le utenze domestiche che si registra un aumento notevole di consumi.

Lo smart working e la chiusura delle scuole incide su tante voci di spesa prima sconosciute o comunque ammortizzate dal trascorrere ore e ore di lavoro o di studio lontano dalle mura domestiche. La ricerca dell’associazione dei consumatori, che ha preso in esame gli aumenti relativi ai consumi fondamentali delle famiglie (tralasciando quelli per servizi o beni non essenziali quali viaggi e ristoranti) emerge un aggravio, in termini annui, di +536,37 euro.

La spesa alimentare, su cui gravano anche forti tensioni di prezzi, è il settore maggiormente interessato dagli aumenti che, in termini annui, raggiungono soglia +504 euro, pari al +9% sulla spesa annua di una famiglia (calcolo effettuato sulla base si dati Istat). Un aggravio rilevante che colpirà specialmente le famiglie meno abbienti, nonché quelle che oggi si trovano in difficoltà a causa della pesante crisi economica determinata dalla pandemia.

Una nota particolare riguarda poi l’aumento dei costi di energia elettrica e gas, stimato in +256 euro, facendo il bilancio tra le riduzioni delle tariffe applicate dal 1 aprile sul mercato tutelato e l’incremento dei consumi, a cui va sommato l’aumento dei costi per l’acqua di oltre 56 euro, per un totale di circa + 313 euro su base annua. A tutto questo vanno aggiunte le gravi speculazioni avvenute su alcuni prodotti, tra cui mascherine, igienizzante mani, alcool e, ora, guanti in lattice che per una famiglia tipo italiana si stima comporti un aumento di 136,60 euro.

E non è tutto, gli articoli per la cura della casa aumentano di circa 43 euro e quelli per la cura della persona di +70 euro. Dunque, lo studio condotto da Federconsumatori su dati Istat e Arera, sottraendo a tutti gli aumenti la cifra di 534 euro risparmiata per trasporti, carburanti e parcheggi tira le somme e stima un aggravio di costi per le famiglie pari a 536,37 euro.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background