**Rai: Laganà, ‘oggi brutta pagine della storia del servizio pubblico’** 

Pubblicato il: 15/05/2020 20:45

“Nonostante il giusto contratto e i tanti sforzi compiuti da Rai per affrontare il durissimo periodo pandemico con ottimi risultati, oggi in cda è stata scritta una brutta pagina della storia del servizio pubblico”. Lo ha detto all’Adnkronos il consigliere Rai, Riccardo Laganà. “L’ad ci ha chiesto in pratica – spiega – di ‘ratificare’ incarichi per la maggior parte decisi fuori dalla Rai, frutto dei soliti accordi politici tra partiti che sono stati ampiamente e puntualmente raccontati dalla stampa di questi giorni”.

“Come consigliere eletto dai lavoratori trovo umiliante dovere apprendere dalla stampa i nomi dei direttori chiamati a guidare le reti e le testate del servizio pubblico – rimarca Laganà – Trovo anche insensato industrialmente cambiare direttori di rete nominati solo pochi mesi fa, sostituire direttori di testata che hanno portato lustro all’azienda con i loro risultati senza nemmeno richiami Agcom, riuscendo inoltre a far saltare i già fragili equilibri di genere”.

“Una modalità che purtroppo non premia anche i pur validissimi curricula presentati dall’ad Salini – osserva il consigliere – Io non giudico il valore dei profili, che ribadisco alto, ma il metodo utilizzato, una mera spartizione per la conquista di un paio di direzioni. Non solo, i provvedimenti di turnazione che sono accompagnati da incredibili lodi nei riguardi dei dirigenti uscenti e che non sembrano essere supportarti da una motivazione convincente. Non dovrei ricordare che i provvedimenti devono essere sempre motivati e la motivazione deve essere anche plausibile se si vogliono evitare impugnative di sorta nelle sedi competenti”.