Sfiducia Bonafede, Fico: “Se cade il governo si va al voto”  

Pubblicato da in data 18 Maggio 2020

Sfiducia Bonafede, Fico: Se cade il governo si va al voto''

Fotogramma

Pubblicato il: 19/05/2020 21:39

In caso di crisi “non ci sarà una nuova maggioranza ma nuove elezioni. Non credo a un governo di unità nazionale. O si va avanti con questa maggioranza e questo governo o ci saranno le elezioni”. Sono le parole del presidente della Camera, Roberto Fico, a Di Martedì. “In questo momento il governo Conte gode della fiducia del Parlamento, c’è una maggioranza importante. Se poi c’è qualcuno che ha in mente di dare spallate al governo, non mi sembra che ci stia riuscendo“. “Le mozioni di sfiducia” ad Alfonso Bonafede “sono delle opposizioni. Se una forza di maggioranza vota con le opposizione sarebbe una questione sui generis. Credo che domani non finirà così“. “Non credo che avverrà”, aggiunge il presidente Fico a chi gli chiede se domani Italia Viva voterà a favore della mozione Bonafede, aprendo così una crisi di governo.

Se Italia Viva vota la sfiducia al ministro Bonafede, aggiunge il presidente della Camera, “è chiaro che si pone un grossissimo problema politico e mi sembra difficile che una maggioranza possa andare avanti se un pezzo di maggioranza vota con le opposizioni una mozione di sfiducia. Si apre un problema politico e si aprirebbe una crisi di governo“.

“Il ministro Bonafede ha usato il suo potere da ministro per fare le sue nomine che sono discrezionali e ha agito nella trasparenza. Ora le opposizioni hanno presentato una mozione di sfiducia e il Parlamento deciderà”. “Noi abbiamo avuto un’informativa urgente di Bonafede” sulla questione Di Matteo “e mi pare che abbia chiarito tutto. E’ solo un qualcosa che resta nel’ambito di una nomina e nelle incomprensioni tra Bonafede e Di Matteo. Niente di più”.

Bonafede avrebbe subito pressioni da mafiosi per non nominare Di Matteo al Dap? “E’ una supposizione che non ho capito quanto sia stata dichiarata in questo modo dal pm Di Matteo ma che non sta né in cielo né in terra“.

A proposito del M5S, dice, “non credo ci sia un ricollocamento del Movimento a destra, non la penso così”. “Il provvedimento sulle regolarizzazioni non ha portato scompiglio nel Movimento, c’è stata una discussione. Ci sono tante sensibilità nel Movimento ma riesce ad avere una sintesi: tutti ci vogliono divisi e non siamo mai divisi”.

Sui lavori delle Camere, il bilancio di Fico è positivo: “Il Parlamento in questi mesi ha dato prova di una grande capacità di lavoro e abbiamo lavorato senza sosta nella conversione dei decreti e ricordiamo che i dpcm e gli scostamenti di bilancio sono stati autorizzati dalle Camere quindi il parlamento rimane centrale sempre”.

Quanto alla Rai, sostiene il presidente della Camera, “ha bisogno assoluto di una riforma di sistema“.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background