Fase 2, l’ira di Salvini in Aula: “Ma cosa c’è da ridere?”  

Pubblicato da in data 20 Maggio 2020

Fase 2, l'ira di Salvini in Aula: Ma cosa c'è da ridere?

(Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 21/05/2020 15:11

Bagarre in Senato durante l’intervento di Matteo Salvini, dopo l’informativa del premier Giuseppe Conte sulla fase due dell’emergenza Covid-19. ”Ma cosa c’è da ridere?”, ripete più volte il leader della Lega che vien interrotto da brusii, grida e proteste di M5S-Pd. ”Non rida, porti rispetto per chi a casa non ha una lira, non è pagato per ridere, chiedo rispetto non per me ma per i 30mila morti e per chi non ha i soldi per vivere”, grida il ‘Capitano’. ”Non mi stupisce che chi ha ironizzato sulla sanità lombarda continui a ridere”, insiste il numero uno di via Bellerio, riferendosi agli attacchi del deputato 5S Riccardo Riccardi contro la sanità lombarda che hanno provocato l’immediata levata di scudi dei leghisti e del centrodestra, durante il dibattito nell’Aula di Montecitorio.

”State usando il virus per la più grande sanatoria di immigrati clandestini…” attacca il leader della Lega. “Chi paga la Cig? – chiede poi Salvini – Caro presidente del Consiglio su questo vogliamo delle risposte… La piccola Svizzera ha già erogato 40 miliardi di franchi compilando un foglio. Da noi sono andati anche 5 volte in banche e non hanno ottenuto un euro. Se lei Conte si affida al buon cuore delle banche, allora siamo su un altro pianeta…”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background