Scuola, verso nuovo vertice: attesa mediazione Conte 

Scuola, verso nuovo vertice: attesa mediazione Conte

(Fotogramma/Ipa)

Pubblicato il: 24/05/2020 06:56

Nel giorno in cui le famiglie sono scese in piazza per chiedere il rientro a scuola in presenza a settembre, non si è sbloccato lo stallo nella maggioranza sul dl Scuola. Ieri nessuna riunione. Ma è atteso per oggi un nuovo vertice di maggioranza con il premier Giuseppe Conte e la ministra Lucia Azzolina.

Nell’incontro di venerdì sera che si è chiuso con una fumata nera e la conferma delle distanze sul concorso dei docenti tra Pd-Leu da una parte e M5S-Italia Viva dall’altra, il premier ha assunto l’impegno di trovare una mediazione. E questa dovrebbe essere l’oggetto della riunione di domani che, però al momento, non è ancora fissata.

“E’ l’ultimo giorno utile però -si fa notare da ambienti parlamentari della maggioranza- da lunedì alle 14 iniziano i voti in commissione sul dl Scuola”. Insomma, tempi piuttosto stretti per chiudere l’intesa, mettere la fiducia sul provvedimento e licenziarlo al Senato in settimana (poi dovrà andare alla Camera).

Nessun segnale di distensione nella giornata di ieri. Il Pd con Francesco Verducci (firmatario di numerosi emendamenti al dl Scuola) rimarca: “No ad una prova in presenza in emergenza sanitaria con rischi incalcolabili”.

Ribattono i 5 Stelle: “La linea del Movimento 5 Stelle sulla scuola e sui concorsi in particolare, non cambia”. E quindi Davide Faraone di Iv secondo cui “i concorsi sono importanti” ma “la priorità è la ripresa della scuola”.

Il ritorno tra i banchi è “una priorità per il governo”, sottolinea Azzolina. “Siamo al lavoro per la ripresa delle lezioni in presenza e in sicurezza a settembre”, assicura la ministra.