Daniele Cipriani: “A Ravenna questa estate si riparte dagli ‘affetti stabili’” 

Pubblicato da in data 24 Maggio 2020

Daniele Cipriani: A Ravenna questa estate si riparte dagli ‘affetti stabili’

Pubblicato il: 25/05/2020 20:41

La danza riparte questa estate. E lo farà coinvolgendo gli ‘affetti stabili’, coppie d’arte e di vita che si esibiranno insieme sul palcoscenico di Ravenna Festival. L’idea è di Daniele Cipriani, produttore italiano, artefice dei maggiori successi nazionali e intenzionali legati a Tersicore. “Un’idea forse banale – ha dichiarato all’Adnkronos Daniele Cipriani- Una sera al ristorante ho visto ‘coppie stabili’ che discutevano e cenavano tranquillamente senza alcun pannello divisorio. Ho pensato che avrebbero potuto benissimo anche danzare”.

“Un periodo molto, molto difficile per tutto lo spettacolo dal vivo, ma soprattutto per la danza – ha aggiunto Cipriani- Ma è proprio nei momenti più complessi e problematici che bisogna rimettersi in gioco, magari reinventando la danza”. Un cartellone ancora in gestazione quello del gala di Ravenna Festival. Hanno già accettato la sfida Silvia Azzoni e Olekdandr Ryabko, Iana Salenko e Marian Walter rispettivamente stelle dell’Hamburg Ballet e dello Staatsballet Berlin.

E se Tersicore riparte dagli ‘affetti stabili’ può ritornare in scena mantenendo anche le distanze di sicurezza, come previsto dai protocolli emanati dal governo. In programma il 28 agosto al Teatro Romano di Spoleto una serata-evento, ‘Creature di Prometeo. Le creature di Capucci’, omaggio al grande compositore tedesco nell’anniversario della scomparsa e allo stilista italiano, orgoglio del made in Italy. I suoi abiti sono vere e proprie sculture in movimento, opere d’arte, pezzi da collezione.

A Spoleto, e successivamente al Festival di Nervi, i 15 giovani interpreti della Compagnia Daniele Cipriani saranno i protagonisti di un’inedita ‘coreografia’ firmata da Simona Bucci. “Abbiamo immaginato una serie di assoli – ha proseguito Daniele Cipriani- I ballerini indosseranno abiti ‘spettacolari’, come è nello stile del maestro Capucci. Abiti che il pubblico potrà vedere per la prima volta in scena. Un’ unica apparizione per una mostra allestita alla Galleria degli Uffizi a Firenze”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background