Coronavirus, D’Amato: “42.000 test nel Lazio e 2,4% positivo a sieroprevalenza” 

Coronavirus, D'Amato: 42.000 test nel Lazio e 2,4% positivo a sieroprevalenza

(Afp)

Pubblicato il: 26/05/2020 16:02

“A oggi sono stati eseguiti circa 42mila test sierologici (41.798) e a questi hanno avuto positività a IgG poco oltre 1.000 unità, con un’incidenza del 2,4% e questi hanno portato a 81 tamponi positivi: 81 casi che, da quando è iniziata l’attività di test, sono stati individuati e che sono di natura asintomatica”. A dirlo l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, in audizione in commissione Sanità regionale.

“I test sierologici – ha precisato – sono stati avviati su tutto il personale sanitario in numero considerevole e anche sulle Forze dell’Ordine, in primis Guardia di Finanza, Polizia, Vigili del Fuoco, Guardia costiera e Carabinieri. Comincia a essere una platea rilevante. Si andrà avanti poi con pediatri di libera scelta, infermieri, operatori della Rsa e il resto delle forze dell’Ordine. Concluderemo alla fine di giugno”.

“Per quanto riguarda il tema della esecuzione del tracciamento, stiamo potenziando l’attività di contact tracing sia centralmente con il Seresmi sia all’interno delle singole Asl”, ha sottolineato D’Amato annunciando che “a breve ci sarà a una selezione per il rafforzamento del servizio all’interno delle Asl, che comunque sono già state potenziate. Questo avverrà insieme all’esito della app nazionale che come sappiamo sarà testata in 3 regioni di piccole e medie dimensioni: Liguria per il Nord, Abruzzo per il Centro e Puglia per il Sud”.