ArcelorMittal, piano da 3200 esuberi  

Pubblicato da in data 4 Giugno 2020

Ex Ilva, ArcelorMittal Italia invia nuovo piano industriale a governo

Fotogramma /Ipa

Pubblicato il: 05/06/2020 18:57

ArcelorMittal Italia ha inviato al governo, a quanto apprende l’Adnkronos, il nuovo piano industriale 2020-2025 per gli stabilimenti dell’ex gruppo Ilva. Lo slittamento del termine per la presentazione del nuovo piano quinquennale era stato concordato con il ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, nel corso dell’ultima call conference del 25 maggio dopo la firma nel marzo scorso dell’accordo tra Arcelor Mittal e Commissari Ilva in As con cui era stato modificato il contratto di affitto e d’acquisizione del polo siderurgico.

IL PIANO – Saranno poco più di 3mila, circa 3.200-3.300, i lavoratori in esubero negli stabilimenti dell’ex gruppo Ilva tra il 2020 e il 2025; si assesterà invece a 6 milioni di tonnellate la produzione prevista almeno fino al 2023; e sarà confermato lo sviluppo del green carbon, il carbone verde che prevede la costruzione di forni elettrici e degli impianti di pre-ridotto. Sono questi, a quanto apprende l’Adnkronos, alcuni tra i numeri più importanti contenuti nel nuovo piano industriale.

L’occupazione tornerà comunque a quota 10.500 lavoratori (i lavoratori in forza negli impianti ex Ilva) a fine piano, nel 2026. Tornando alla produzione il contingentamento a 6mln di tonnellate di produzione di acciaio all’anno durerà, dice il dossier inviato oggi al Mise, fino al 2023 come previsto dalla normativa ambientale. Un volume che è previsto aumentare negli anni successivi fino ad arrivare ad 8 mln di tonnellate ma a fine 2025 inizio 2026.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background