App Immuni, si parte da oggi 

Pubblicato da in data 7 Giugno 2020

App Immuni, si parte da oggi

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 08/06/2020 10:06

Immuni al via. Da oggi l’applicazione diventa operativa in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Sono queste le prime 4 regioni a testare il funzionamento del supporto tecnologico che, dopo la prima settimana di sperimentazione, inizierà a funzionare a pieno regime in tutta Italia da lunedì prossimo,15 giugno prossimo.

“#immuni è stata scaricata da oltre due milioni di persone. Da oggi inizia la sperimentazione in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Gradualmente sarà estesa a tutte le altre regioni. Un grazie alla ministra @PaolaPisano_Min e al suo staff. Se non l’avete ancora fatto, scaricatela”, scrive su Twitter il ministro dei Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà.

L’app Immuni, disponibile gratuitamente negli store di Apple e Google, è scaricabile già dal primo giugno. “Dotarsi da adesso dell’app permetterà di risalire ai contatti che possono aver esposto una persona al rischio di contagio – si legge sul sito del ministero della Salute – I servizi sanitari regionali potranno gradualmente attivare gli avvisi dell’app”. A cominciare saranno da lunedì 8 giugno le Regioni Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Per chiarimenti cittadini e operatori sanitari possono andare sul sito sul sito immuni.italia.it oppure rivolgersi al numero verde 800 91 24 91, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20.

“Immuni serve agli utenti di telefoni cellulari che hanno attivato l’applicazione per ricevere notifica di eventuali esposizioni al Coronavirus. Nell’intero sistema dell’app non sono presenti né saranno registrati nominativi e altri elementi che possano ricondurre all’identità della persona positiva o di chi abbia avuto contatti con lei, bensì codici alfanumerici. L’impiego dell’applicazione, volontario, ha lo scopo di aumentare la sicurezza nella fase di ripresa delle attività”, fa sapere ancora il ministero della Salute che aggiunge: “Gli utenti di cellulari che decidono di scaricare l’applicazione contribuiscono a tutelare sé stessi e le persone che incontrano. Se sono entrati in contatto con soggetti successivamente risultati positivi al tampone, verranno avvisati con una notifica dell’app. Ciò consentirà loro di rivolgersi tempestivamente al medico di medicina generale per ricevere le indicazioni sui passi da compiere”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background