Vacanze, oasi del Wwf in Umbria  

Pubblicato da in data 7 Giugno 2020

Vacanze, oasi del Wwf in Umbria

(Fotogramma)

Pubblicato il: 08/06/2020 10:24

Dopo l’emergenza coronavirus, con l’estate alle porte, le oasi Wwf diventano una delle mete per vacanze made in Italy. Ogni regione italiana offre una serie di destinazioni, descritte anche nel Libro delle Oasi.

Oggi facciamo tappa in Umbria all’Oasi del lago di Alviano. Caratterizzata da una palude, canneti e boschi igrofili è una delle Oasi più grandi del Wwf. Si trova all’interno di un Sito d’Importanza Comunitaria (SIC IT5220011) nei comuni di Guardea, Alviano, Montecchio, Civitella d’Agliano (Tr).

Con i suoi 900 ettari l’Oasi del lago di Alviano costituisce un unicum di biodiversità tra ambienti tipici delle zone umide e ambienti acquatici scomparsi da oltre un secolo, come sottolinea il Wwf.

Tarabusino, airone bianco maggiore, il cavaliere d’italia e il falco pescatore sono solo alcuni degli uccelli ospitati da questa palude fluviale. Tra le altre specie troviamo pesci gatto, carpe, il tritone crestato e il rospo smeraldino.

All’interno dell’Oasi, per promuovere l’attività educativa, è presente il Centro di Educazione Ambientale ‘Oasi di Alviano’, con uno stagno didattico e qui si svolgono anche attività di ricerca.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background