Vacanze, le oasi Wwf nelle Marche 

Pubblicato da in data 11 Giugno 2020

Vacanze, le oasi Wwf nelle Marche

Fotogramma /Ipa

Pubblicato il: 12/06/2020 11:41

Dopo l’emergenza coronavirus, con l’estate alle porte, le oasi Wwf diventano una delle mete per vacanze made in Italy. Ogni regione italiana offre una serie di destinazioni, descritte anche nel Libro delle Oasi.

In particolare, è nelle Marche che si trovano due oasi ideali per una vacanza immersa nella natura. La prima è la riserva regionale Ripa Bianca di Jesi, in provincia di Ancona. Come spiega il Wwf, si tratta di un’oasi fluviale di 310 ettari, in un contesto di campagna, una vera oasi per molti uccelli che vi nidificano, come gli ardeidi. L’oasi, continua il Wwf, è caratterizzata dalla presenza di un tratto del corso del Fiume Esino e di un lago, dove si è insediata la garzaia, derivato da un ex cava di ghiaia. Il restante territorio è costituito dal tipico paesaggio agricolo marchigiano con la presenza di elementi di naturalità (siepi, boschetti, ecc.) e da formazioni pre-calanchive. La seconda è invece il Bosco di Frasassi nel Comune di Fabriano, sempre in provincia di Ancona. Si tratta del tassello tra i più belli della Gola della Rossa di Frasassi, uno dei siti naturali più noti delle Marche. Come spiega il Wwf, con l’Oasi di Frasassi, che si estende per circa 4,5 ettari, l’organizzazione protegge uno degli ambienti naturali più selvaggi e affascinanti dell’Appennino centrale, un vero e proprio paradiso per i rapaci.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background