Di Maio: “Congresso M5S? Non credo che sia questa la priorità per l’Italia” 

Pubblicato da in data 14 Giugno 2020

Di Maio: Congresso M5S? Non credo che sia questa la priorità per l’Italia

(Afp)

Pubblicato il: 15/06/2020 22:53

Di fronte all’epidemia del coronavirus e le sue conseguenze economiche, un Congresso del Movimento 5 Stelle “non è la priorità” degli italiani. Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a “l’Aria che tira”. Bisogna dare risposte alle preoccupazioni per l’economia e “io mi dedico a questo”. “Lei prima mi chiedeva, il capo politico? Io mi voglio dedicare al paese, faccio il ministro e cerco di servire nel migliore dei modi da ministro degli Esteri”, ha detto Di Maio alla giornalista Myrta Merlino, assicurando che “finché ci sarà questo governo non ci sarà nessuna patrimoniale”.

“L’abbassamento delle tasse non ha colore, l’importante è che noi impariamo la lezione della vecchia crisi in cui si sono tagliate le pensioni, si è tagliato il welfare, si sono aumentate le tasse”. Ora bisogna fare il “contrario”, bisogna “tagliare le tasse per permettere a famiglie e imprese di fare investimenti. Ci sono il recovery fund, gli strumenti europei, le emissioni di titoli, l’importante è spendere beni questi soldi”.

E alla domanda se voterebbe Giuseppe Conte se questi si presentasse alla guida del Movimento 5 Stelle ha risposto: “Se Giuseppe desse una mano, io sarei contento”. “Io non faccio previsioni su queste cose, anche perché non voglio tirare per la giacca il presidente del Consiglio ma se Giuseppe desse una mano io sarei contento”, ha detto Di Maio, ricordando che è Conte è espressione del Movimento 5 Stelle che lo ha scelto per guidare il governo. Di Maio, che ha espresso la sua “ammirazione” per Conte, ha sottolineato che “se il premier e sicuro di se è un bene per il paese”.

Infine, a proposito è troppo facile di un articolo del quotidiano spagnolo Abc su presunti fondi che sarebbero stati versati dal Venezuela al Movimento 5 Stell ha ammonito: è troppo facile “accusare una persona che non c’è più, Roberto Casaleggio, che non si può difendere”. Il ministro degli Esteri ha anche sottolineato che i documenti citati dal giornale sono stati smentiti dall’ambasciata venezuelana.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background