Roma, Raggi: “Ricandidarmi? Continuo a lavorare” 

Pubblicato da in data 18 Giugno 2020

Roma, Raggi: Ricandidarmi? Continuo a lavorare

(Fotogramma)

Pubblicato il: 19/06/2020 21:22

“Io credo che questo non sia il momento di pensare alle poltrone, ma di continuare a lavorare“. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi, risponde a ‘Stasera Italia’ alla domanda sulla sua possibile ricandidatura. “Quando sarà il momento sceglierò, oggi c’è tanto da lavorare”, ha sottolineato.

“La criminalità e l’usura possono sembrare una risposta facile a chi è in crisi, servono risposte rapide”, ha detto la sindaca sottolineando che a Roma “abbiamo fatto la lotta alla criminalità” e la “lotta alla criminalità è fondamentale per rimettere in carreggiata tutto un sistema”. Raggi ha ricordato l’abbattimento delle villette dei Casamonica e degli “stabilimenti abusivi al mare di Ostia. Stanotte ci sono stati episodi di devastazione delle nostre spiagge libere, sono stati trovati pezzi di vetro e chiodi, conficcati tra le paline messe per distanziare i bagnanti”. Così come continuano gli incendi di cassonetti, ha ricordato Raggi, parlando di un messaggio da parte della criminalità: “Ma io vado avanti“. Rispondendo a una domanda sulle minacce ricevute in passato, Raggi ha sottolineato: “Ho scelto di fare il sindaco in maniera molto consapevole, sapendo che ci sarebbero stati anche momenti difficili”.

Quanto all’ipotesi di doppio mandato per i pentastellati in Parlamento “in questo momento ci sono posizioni pro e contro. Se ne parlerà agli stati generali”, ha glissato la sindaca che sullo scontro a distanza ‘Grillo-Di Battista ha assicurato: “Io sento entrambi, Alessandro e Beppe, non hanno peli sulla lingua. Hanno avuto divergenze, ma come in ogni famiglia ci sta, il tema è continuare a lavorare insieme”.

‘E nonostante le tensioni Raggi è convinta che l’esecutivo a guida Conte arriverà a fine legislatura: “C’è un dibattito interno alla maggioranza, ma non mi preoccuperei”, ha affermato.

“Quello che succederà alla fine sul Mes non lo so, ma non è strumento, per quando siano state fatte modifiche, adatto a definire le necessità attuali”, ha rimarcato Raggi. “Abbiamo economie a terra, non si può immaginare di prendere soldi rimanendo condizionati a condizioni estremamente rigorose”, ha concluso la sindaca secondo la quale è “fondamentale adeguare gli strumenti al dramma che il Covid ha determinato, bisogna immaginare qualcosa di diverso”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background