M5S, Grillo: “Da giornale spagnolo scoop falso, c’è l’ombra del grande fratello” 

Pubblicato da in data 19 Giugno 2020

M5S, Grillo: Da giornale spagnolo scoop falso, c'è l'ombra del grande fratello

(Fotogramma)

Pubblicato il: 20/06/2020 15:06

“L’ombra del grande fratello sullo scoop spagnolo. Quale è lo scopo di far uscire una notizia falsa, appositamente costruita, mentre il Governo italiano è impegnato in una difficile fase di uscita da una crisi spaventosa?”. Lo scrive Beppe Grillo su Twitter, riportando un articolo di Torquato Cardilli, pubblicato sul suo blog, relativo all’inchiesta del giornale Abc sui presunti finanziamenti del Venezuela di Chavez al M5S.

“La storia ci ha insegnato che spesso i servizi segreti hanno fabbricato documenti e prove false per ingannare amici e nemici, facendoli apparire come veri. Allora bisogna cercare di capire quale sia stato lo scopo di far uscire questa notizia falsa, appositamente costruita, mentre il Governo italiano è impegnato in una difficile fase di uscita da una crisi spaventosa, sul piano economico e sociale, causata dal Coronavirus” si legge nell’articolo a firma Torquato Cardilli, già ambasciatore italiano in Albania, Tanzania, Arabia Saudita e Angola.

Dopo aver ripercorso le incongruenze dei documenti citati nel servizio, Cardilli scrive: “Si può ipotizzare che gli ambienti di destra spagnoli, attraverso il quotidiano Abc, che in passato aveva mosso accuse simili prima al governo Gonzales e poi al leader del partito Podemos, abbiano inteso fare un favore alla destra italiana tanto per controbilanciare il danno di immagine per lo scandalo della vicenda Metropol di Mosca, che ha coinvolto il leader della Lega Salvini e il suo manutengolo Savoini, vicenda che ha tutto il sapore anche essa di una cosa montata ad hoc da un altro servizio segreto”.

Svolta un’analisi di politica internazionale con particolare focus sulle difficoltà dell’amministrazione Trump e sulle possibili mosse americane, Cardilli afferma: “Il fatto che l’Italia abbia mantenuto con la Cina, l’Iran, il Venezuela, la Russia rapporti più o meno intensi può far sorgere il sospetto che la polpetta avvelenata contro la forza maggioritaria nel Governo e nel Parlamento italiano sia stata cucinata proprio oltreoceano, nel momento in cui il nostro paese è in una posizione di estrema debolezza per gli effetti disastrosi del Coronavirus sull’economia e sulla tenuta sociale. Insomma, indebolire o appannare l’immagine di Conte sostenuto da una forza di maggioranza accusata di aver accettato finanziamenti da un governo di uno Stato canaglia apparirebbe come un avvertimento”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background