Centrodestra in piazza il 4 luglio, ok solo per 2mila persone 

Pubblicato da in data 23 Giugno 2020

Centrodestra in piazza il 4 luglio, ok solo per 2mila persone

Foto Adnkronos

Pubblicato il: 24/06/2020 18:45

Misure severissime di accesso alla piazza, al massimo duemila persone, con ingressi controllati e numerati, un piccolo palco centrale, con distanziamento per pubblico e giornalisti. A quanto apprende AdnKronos, sono queste le limitazioni per il prossimo 4 luglio, giorno della manifestazione del centrodestra a Roma, in piazza del Popolo. Limitazioni – legate all’emergenza sanitaria, tuttora in corso – che sono state ‘imposte’ dalla Questura ai leader del centrodestra, per la concessione della piazza simbolo della destra e del sovranismo nazionale.

Nella isola pedonale, nel cuore della Capitale, che misura circa 16mila metri quadri, dai 65mila manifestanti che possono affollare la piazza, la polizia ne lascerebbe quindi entrare solo 1800-2000. Un numero esiguo che desta qualche perplessità tra gli organizzatori.

In casa Lega gli inviti saranno rivolti, anche per questo, ai militanti del Lazio, mentre nelle altre regioni italiane, in piazze concomitanti, i militanti e dirigenti del partito di Salvini si ritroveranno ai gazebo per la campagna di tesseramento.

Fonti parlamentari di Fratelli d’Italia, temono che si rischi l’effetto opposto a quello voluto, perché “aprire solo a duemila persone lascerà troppa gente assiepata fuori dalle transenne”, spiega un deputato. Ma l’ipotesi di rinviare non viene presa in considerazione. “Ormai la macchina – spiega un altro parlamentare – è avviata”. Qualcun altro, fa poi notare, come “per la manifestazione delle Sardine contro il razzismo” dopo la morte di Georg Floyd, lo scorso 7 giugno, c’erano “almeno 7mila persone, senza che nessuno dicesse nulla”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background