Coronavirus, “in Lombardia potenziali crimini umanità”: familiari vittime scrivono all’Ue 

Pubblicato da in data 9 Luglio 2020

Coronavirus, in Lombardia potenziali crimini umanità: familiari vittime scrivono all'Ue

(Foto Fotogramma)

Pubblicato il: 10/07/2020 14:01

Il Comitato Noi Denunceremo – verità e giustizia per le vittime di Covid-19 invierà lunedì mattina una lettera, alla presidentessa della Commissione Europea Ursula Von der Leyen e al presidente della Corte Europea dei diritti dell’uomo Ròbert Ragnar Spanò, nella quale si chiede di vigilare sulle indagini attualmente in corso in Lombardia in quanto potrebbero esserci gli estremi per prefigurare il reato di crimini contro l’umanità, contravvenendo agli artt. 1, 2 e 3 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea oltre che all’art. 32 della Costituzione Italiana.

Nella missiva, i famigliari delle vittime invitano l’Ue a” supervisionare le indagini in corso sull’epidemia di coronavirus in Italia, con un occhio vigile sulle potenziali violazioni di alcuni articoli inclusi nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background