Stato d’emergenza e smart working, cosa cambia  

Pubblicato da in data 10 Luglio 2020

Stato d'emergenza e smart working, cosa cambia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 11/07/2020 13:12

Le aziende potranno continuare ad utilizzare lo smart working per i loro dipendenti, senza dover siglare dal 1° agosto nuovi accordi individuali. È quanto spiega ‘La legge per tutti riguardo alle conseguenze della proroga dello stato di emergenza annunciata ieri dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“Senza questa proroga, infatti, e con la scadenza del primo stato di emergenza prevista per il 31 luglio, dal giorno dopo le aziende avrebbero dovuto convocare i lavoratori per firmare con ciascuno di loro un accordo che consentisse di continuare a svolgere l’attività da casa. Cosa che, invece, non saranno costrette a fare se l’emergenza coronavirus viene formalmente prolungata fino al 31 dicembre” rileva La legge per tutti, aggiungendo che “Conte, però, dovrà ufficializzare la decisione annunciata ieri entro i prossimi 20 giorni. Se accoglierà la richiesta del Partito Democratico, il premier passerà prima in Parlamento per informare le Camere delle sue intenzioni e poi ci metterà la firma alla delibera del Governo sulla proroga, il che potrebbe succedere nell’arco della prossima settimana”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background