Taranto, 100 migranti arrivati all’hotspot. Arrestato un tunisino 

Taranto, 100 migranti arrivati all'hotspot. Arrestato un tunisino

(Fotogramma)

Pubblicato il: 12/07/2020 13:58

Un tunisino di 31 anni, M.M.N., ospite dell’hotspot, il centro di accoglienza temporanea a Taranto, dove nelle ultime ore sono arrivati 100 migranti, è stato arrestato da agenti della Questura di Taranto (Ufficio Immigrazione, Squadra Mobile e Digos). Nonostante fosse destinatario di un provvedimento di respingimento emesso dal questore di Palermo nello scorso settembre 2019 e riaccompagnato alla nazione di provenienza, ha fatto, illecitamente, reingresso in Italia.

I poliziotti di servizio all’hot spot lo hanno individuato grazie ai controlli incrociati svolti in tempi brevissimi attraverso la consultazione delle banche dati e degli accertamenti già effettuati dai colleghi di Agrigento. Dopo aver verificato l’irregolarità della sua posizione lo hanno arrestato, come previsto dal Testo Unico Immigrazione che punisce il reingresso sul territorio italiano per i cittadini extracomunitari. L’attività degli uomini della Polizia di Stato non conosce soste a Taranto visti i numerosi sbarchi che si stanno verificando a Lampedusa. Nell’hot spot in genere i migranti si fermano poche ore, al massimo pochi giorni.