Omofobia, teologo Maggi: “Penosa vicenda di Lizzano, per fortuna c’è anche un’altra Chiesa”  

Pubblicato da in data 14 Luglio 2020

Omofobia, teologo Maggi: Penosa vicenda di Lizzano, per fortuna c'è anche un'altra Chiesa

(Afp)

Pubblicato il: 15/07/2020 18:13

Una vicenda “penosa” che lascia “desolati”. Il teologo padre Alberto Maggi dà voce con l’Adnkronos alla sua desolazione all’indomani della vicenda avvenuta in un piccolo centro di Taranto – Lizzano dove il parroco ha organizzato una preghiera in chiesa per la famiglia, per protestare contro il ddl sulla omotransfobia definito “ingiusto” e “perverso”. Immediata la protesta di un gruppo Lgbt col quale si è schierato il primo cittadino. Il parroco ha chiamato i carabinieri.

“Sono sempre battaglie perse – dice padre Maggi riferendosi alla campagna anti ddl portata avanti dal sacerdote pugliese – perché la vita va avanti e riafferma la dignità dell’uomo. Queste battaglie non hanno senso. Quando non hanno argomenti per convincere, ricorrono alla forza. In realtà l’atteggiamento più utile è quello di ignorarli: dalle Crociate di strada se ne è fatta per fortuna tanta e, sempre per fortuna, ora abbiamo un Papa con una linea evangelica, anche se c’è tanta Chiesa che resiste”. In risposta ai “grandi moralisti che nascondono segreti inconfessabili”, padre Alberto Maggi invita a guardare “all’altra Chiesa tanto bella, penso a quella dell’accoglienza. Noi seguiamo questa linea evangelica”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background