Salvini: “Hanno riaperto tutto, perché non riaprono gli stadi?” 

Salvini: Hanno riaperto tutto, perché non riaprono gli stadi?

Immagine di repertorio (Da Twitter)

Pubblicato il: 24/07/2020 11:17

“Questo, con gli stadi vuoti, non è un vero campionato. Se riaprono i cinema, i musei, i teatri, le piscine e le spiagge, perché non fare entrare in uno stadio da 60mila posti 10mila tifosi tesserati che possono stare a distanza?”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, ai microfoni di Lady Radio.

NUOVO STADIO DI FIRENZE – A proposito della vicenda del nuovo stadio di Firenze, con i vincoli posti dalla Soprintendenza alla ristrutturazione dello stadio Artemio Franchi, il segretario del Carroccio ha affermato: “Spero si possa mantenere una parte dell’attuale Franchi, come avverrà per il Meazza a Milano, mettendo nuove funzioni, per avere un impianto nuovo e più sicuro. Portare la Fiorentina e i suoi tifosi fuori da Firenze mi sembrerebbe una follia”. Il ruolo delle Soprintendenze va rivisto, va ridimensionato il loro potere di veto e di blocco totale”, e questo “vale anche per gli Enti parco” perché “in quei territori a volte il cinghiale è più tutelato dell’essere umano” ha aggiunto il leader della Lega. “Le Soprintendenze spesso e volentieri sono l’ufficio complicazione cose semplici, e nel nome della presunta protezione delle bellezze dell’ambiente e del paesaggio fanno crollare bellezze, ville, contribuiscono alla distruzione del paesaggio”, ha aggiunto. Poi Salvini, da sempre tifoso milanista, si è detto “contento della riconferma di Pioli” sulla panchina del Milan, e che “in base ai risultati, mi sembrava sciocco il contrario”.

FIRENZE E IL TURISMO – “Firenze è una delle città che sta soffrendo di più sul turismo. Occorre un intervento economico speciale per le città d’arte, altrimenti saltano decine di migliaia di posti solo a Firenze” ha detto poi il leader del Carroccio. “Se chiude un negozio è anche un problema di sicurezza, lo dico da ex ministro dell’Interno – ha aggiunto Salvini – L’aumento dei reati e il triplicarsi degli sbarchi saranno un problema sociale ed economico, quindi al governo chiederò di avere attenzione per i centri storici, altrimenti finiscono in mano altrui”.

AEROPORTO – Susanna Ceccardi ha fatto il sindaco ed è il suo grande valore aggiunto. In Toscana c’è una rete di sindaci di centrodestra, a Pisa, Pistoia, Siena, Massa, che è assolutamente valida. Sarà una campagna elettorale molto toscana e concreta, con poca politica e filosofia, che punterà sui temi della sanità, delle infrastrutture, dell’agricoltura e delle case popolari” dice ancora Salvini parlando della candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Toscana, l’europarlamentare del Carroccio Susanna Ceccardi. “Susanna Ceccardi e io siamo assolutamente a favore dello sviluppo dell’aeroporto di Firenze, ma non con il progetto originario che è stato più volte bocciato”. “Il progetto originario – ha aggiunto Salvini – era sviluppato male come tante sentenze e sindaci, non della lega, hanno sottolineato. Gli aeroporti di Pisa e Firenze possono convivere benissimo insieme”.

AZZOLINA – Poi Salvini commenta l’operato del ministro dell’Istruzione Azzolina: “Le scuole di ogni ordine e grado e le università sono le fondamenta della casa Italia” e “ripartire a pieno organico a settembre è fondamentale”, per questo “chiediamo al ministro di stabilizzare almeno una parte dell’esercito di precari” perché “ci sono 85mila cattedre scoperte”. “C’è un piano già pronto delle province italiane, con 2 miliardi e 100 milioni di euro per mettere in sicurezza 1700 scuole superiori, progetti già pronti – ha aggiunto il leader della Lega – Mi rifiuto di pensare, poi, che si spendano 300 euro per un banco con le rotelle quando la cosa fondamentale sono gli insegnanti”.