Cassa integrazione, arrivano le istruzioni sulla proroga 

Pubblicato da in data 24 Luglio 2020

Cassa integrazione, arrivano le istruzioni sulla proroga

Fotogramma

Pubblicato il: 25/07/2020 07:33

Per la cassa integrazione arrivano istruzioni Inps sulle nuove scadenze previste dal decreto n.52 del 16 giugno 2020 e modifiche introdotte nella legge di conversione n.77/2020 del decreto Rilancio.

Come spiega Money.it, le istruzioni INPS riguardano la proroga della cassa integrazione per un totale di 18 settimane (9 più 5 più 4) e il regime decadenziale del decreto del 16 giugno e per il quale è arrivato il parere del ministero del Lavoro. L’articolo 1 comma 2 del dl 52/2020 stabilisce che le domande chi cassa integrazione vanno inviate entro la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa. Tale termine tuttavia, spiega l’Istituto con parere conforme del ministero nel messaggio 2091 del 21 luglio, “non deve intendersi in termini assoluti, ma deve considerarsi operante solo con riferimento al periodo oggetto della domanda rispetto al quale la decadenza è intervenuta, potendo sempre il datore di lavoro inviare una diversa domanda riferita a un periodo differente”.

Inps fornisce anche un esempio per aiutare a capire come la scadenza della cassa integrazione vada interpretata. Per una domanda di casa integrazione relativa a 8 settimane dal 6 luglio all’8 agosto, trasmessa oltre il 31 agosto, la decadenza (la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o riduzione dell’attività lavorativa) riguarderà solo il mese di luglio, mentre per il periodo che va dal 1°all’8 agosto si potrà richiedere la prestazione con una nuova domanda. INPS nello stesso messaggio informa che per la cassa integrazione in deroga è in corso la registrazione del decreto interministeriale per destinare ad alcune Regioni che ne erano rimaste sprovviste per raggiungimento del limite di spesa, la terza quota di risorse (le prime 9 settimane di cassa integrazione in deroga vanno richieste sempre alle Regioni). Per questo motivo specifico le aziende che devono richiedere le ulteriori 5 settimane direttamente a INPS per periodi di riduzione o sospensione dell’attività precedenti al 31 maggio 2020, possono fare domanda tenendo a mente una nuova scadenza vale a dire il trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del suddetto decreto.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background