Fase 3: da e-grocery a negozio post-Covid, nuove frontiere per shopping experience  

Pubblicato da in data 28 Luglio 2020

Da e-grocery a negozio post-Covid, nuove frontiere per shopping experience

Pubblicato il: 29/07/2020 15:58

Con +1.014% di ricavi online rispetto al primo semestre dell’anno precedente e incassi mensili che, a giugno 2020, hanno raggiunto gli oltre i 439mila euro, registrando un +2,9% su giugno 2019, sono risultati sempre in crescita quelli di Buy&Benefit, realtà imprenditoriale attiva nel settore del welfare aziendale che, in questi mesi, ha fatto la differenza con la sua strategia di resilienza digitale e grazie alla sorprendente crescita del suo canale di vendita online. In utile fin dal primo anno di nascita, per il quinto anno consecutivo, l’Ebitda dell’azienda è stimato in circa 200mila euro.

Nato nel 2016, dall’ingegno di un gruppo di imprenditori e manager, pionieri nel mondo dell’e-commerce, Buy&Benefit è un sistema integrato che offre ai dipendenti delle aziende convenzionate e ai loro familiari un canale riservato di vendita di prodotti e servizi, a prezzi competitivi. Attraverso 6 shopping club, situati tra Milano e hinterland, uno shopping club a Torino e una piattaforma online, i soci, cresciuti anch’essi del 54% rispetto al primo semestre 2019, possono acquistare beni diversi che variano dal food, make-up, elettronica, abbigliamento o prodotti per la casa.

Durante il lockdown, l’azienda ha sviluppato una vera e propria strategia di resilienza potenziando i servizi online e riconvertendo completamente il proprio business in tempi brevissimi. Fino a marzo, infatti, il 98% del fatturato derivava dalla vendita negli store fisici e soltanto il 2% proveniva dall’ e-commerce. “All’improvviso con l’avvento dell’emergenza sanitaria, abbiamo registrato un’escalation di ordini online, da 50 a settimana fino al 10 marzo alla cifra record di 3.247 ordini totali tra marzo e aprile, e così in breve tempo abbiamo predisposto un canale di vendita efficace per soddisfare le richieste sempre più crescenti”, afferma Giorgio Brojanigo, co-founder e business&development manager di Buy&Benefit.

Un piano di business ben centrato confermato anche dallo sviluppo commerciale in crescita di Buy&Benefit che da gennaio a giugno ha registrato ben 464 nuove convenzioni aziendali superando la soglia di 1.800 aziende ed enti convenzionati e 16.680 nuovi soci iscritti. Un dato che attesta un +54,9% rispetto al primo semestre del 2019 e che oggi conta un totale di oltre 122mila soci attivi. Buy&Benefit offre un innovativo supporto alle imprese, alla ricerca di iniziative di welfare aziendale, ma anche ai produttori, che trovano un canale alternativo ed esclusivo di vendita di prodotti che altrimenti rischierebbero di restare invenduti, perché, ad esempio, di fine stock o destinati al mercato estero.

Nell’era degli acquisti online, l’e-grocery, sta divenendo la nuova frontiera dello shopping experience anche in Italia, e proprio per supportare gli operatori della filiera agro-alimentare e andare incontro ad aziende che vogliono prevedere nuovi benefit per i dipendenti, Buy&Benefit ha optato per la realizzazione di locker refrigerati e per una vendita e consegna a domicilio a portata di click.

Gli innovativi armadietti possono essere posizionati all’interno di aziende e imprese ma anche in spazi di co-working. Le ordinazioni e i pagamenti saranno digitali, mentre il prodotto viene prelevato direttamente dal destinatario. I dipendenti potranno, quindi, ordinare la loro spesa online e ritirarla presso i loro box personali che vengono caricati negli scomparti del locker e conservati in perfette condizioni igieniche e alla temperatura ottimale, fino al momento dell’apertura dello sportello. “L’obiettivo – spiega Giorgio Brojanigo – è dimostrare come l’e-grocery possa divenire in breve tempo la vera rivoluzione per la grande distribuzione organizzata e il futuro del settore food”.

Tra i progetti futuri di Buy&Benefit vi è l’apertura, prevista per il mese di settembre, di un nuovo punto vendita a Cologno Monzese con spazi ampi anti assembramento, o addirittura senza contatti, in quanto all’interno del negozio, nello specifico all’ingresso, non nell’area vendita quindi, si può entrare, prelevare, uscire di fatto senza fare code o mescolarsi agli altri clienti. Una struttura che strizza l’occhio anche alla sostenibilità ambientale: sarà infatti un negozio a impatto zero, con impianto fotovoltaico a copertura del 100% dei consumi con energia rinnovabile, dotato anche di colonnine di ricarica per auto elettriche a disposizione dei clienti e dei dipendenti.

“Si tratta del primo progetto – spiega Paolo Chiaramida, co-founder e purchasing&sales manager di Buy&Benefit – di negozio ‘post-Covid’: l’intero store è stato pensato sulla scorta dell’esperienza di questi mesi di crisi sanitaria. La disponibilità di spazio si è dimostrata fondamentale: più spazio libero nelle zone di vendita ma soprattutto ampi spazi all’ingresso con possibilità di attendere, in caso di ingressi contingentati al punto vendita, non in estenuanti code all’aperto, ma in una confortevole sala dotata di area break, area ristoro, display di comunicazione e servizi”.

“L’area – precisa Paolo Chiaramida – sarà dotata di locker, anche refrigerati, forniti dalla startup Spesafacile per consentire ai clienti che hanno comprato online di ritirare i propri ordini velocemente e in sicurezza”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Fase 3: da e-grocery a negozio post-Covid, nuove frontiere per shopping experience  

Pubblicato da in data 28 Luglio 2020

Da e-grocery a negozio post-Covid, nuove frontiere per shopping experience

Pubblicato il: 29/07/2020 15:58

Con +1.014% di ricavi online rispetto al primo semestre dell’anno precedente e incassi mensili che, a giugno 2020, hanno raggiunto gli oltre i 439mila euro, registrando un +2,9% su giugno 2019, sono risultati sempre in crescita quelli di Buy&Benefit, realtà imprenditoriale attiva nel settore del welfare aziendale che, in questi mesi, ha fatto la differenza con la sua strategia di resilienza digitale e grazie alla sorprendente crescita del suo canale di vendita online. In utile fin dal primo anno di nascita, per il quinto anno consecutivo, l’Ebitda dell’azienda è stimato in circa 200mila euro.

Nato nel 2016, dall’ingegno di un gruppo di imprenditori e manager, pionieri nel mondo dell’e-commerce, Buy&Benefit è un sistema integrato che offre ai dipendenti delle aziende convenzionate e ai loro familiari un canale riservato di vendita di prodotti e servizi, a prezzi competitivi. Attraverso 6 shopping club, situati tra Milano e hinterland, uno shopping club a Torino e una piattaforma online, i soci, cresciuti anch’essi del 54% rispetto al primo semestre 2019, possono acquistare beni diversi che variano dal food, make-up, elettronica, abbigliamento o prodotti per la casa.

Durante il lockdown, l’azienda ha sviluppato una vera e propria strategia di resilienza potenziando i servizi online e riconvertendo completamente il proprio business in tempi brevissimi. Fino a marzo, infatti, il 98% del fatturato derivava dalla vendita negli store fisici e soltanto il 2% proveniva dall’ e-commerce. “All’improvviso con l’avvento dell’emergenza sanitaria, abbiamo registrato un’escalation di ordini online, da 50 a settimana fino al 10 marzo alla cifra record di 3.247 ordini totali tra marzo e aprile, e così in breve tempo abbiamo predisposto un canale di vendita efficace per soddisfare le richieste sempre più crescenti”, afferma Giorgio Brojanigo, co-founder e business&development manager di Buy&Benefit.

Un piano di business ben centrato confermato anche dallo sviluppo commerciale in crescita di Buy&Benefit che da gennaio a giugno ha registrato ben 464 nuove convenzioni aziendali superando la soglia di 1.800 aziende ed enti convenzionati e 16.680 nuovi soci iscritti. Un dato che attesta un +54,9% rispetto al primo semestre del 2019 e che oggi conta un totale di oltre 122mila soci attivi. Buy&Benefit offre un innovativo supporto alle imprese, alla ricerca di iniziative di welfare aziendale, ma anche ai produttori, che trovano un canale alternativo ed esclusivo di vendita di prodotti che altrimenti rischierebbero di restare invenduti, perché, ad esempio, di fine stock o destinati al mercato estero.

Nell’era degli acquisti online, l’e-grocery, sta divenendo la nuova frontiera dello shopping experience anche in Italia, e proprio per supportare gli operatori della filiera agro-alimentare e andare incontro ad aziende che vogliono prevedere nuovi benefit per i dipendenti, Buy&Benefit ha optato per la realizzazione di locker refrigerati e per una vendita e consegna a domicilio a portata di click.

Gli innovativi armadietti possono essere posizionati all’interno di aziende e imprese ma anche in spazi di co-working. Le ordinazioni e i pagamenti saranno digitali, mentre il prodotto viene prelevato direttamente dal destinatario. I dipendenti potranno, quindi, ordinare la loro spesa online e ritirarla presso i loro box personali che vengono caricati negli scomparti del locker e conservati in perfette condizioni igieniche e alla temperatura ottimale, fino al momento dell’apertura dello sportello. “L’obiettivo – spiega Giorgio Brojanigo – è dimostrare come l’e-grocery possa divenire in breve tempo la vera rivoluzione per la grande distribuzione organizzata e il futuro del settore food”.

Tra i progetti futuri di Buy&Benefit vi è l’apertura, prevista per il mese di settembre, di un nuovo punto vendita a Cologno Monzese con spazi ampi anti assembramento, o addirittura senza contatti, in quanto all’interno del negozio, nello specifico all’ingresso, non nell’area vendita quindi, si può entrare, prelevare, uscire di fatto senza fare code o mescolarsi agli altri clienti. Una struttura che strizza l’occhio anche alla sostenibilità ambientale: sarà infatti un negozio a impatto zero, con impianto fotovoltaico a copertura del 100% dei consumi con energia rinnovabile, dotato anche di colonnine di ricarica per auto elettriche a disposizione dei clienti e dei dipendenti.

“Si tratta del primo progetto – spiega Paolo Chiaramida, co-founder e purchasing&sales manager di Buy&Benefit – di negozio ‘post-Covid’: l’intero store è stato pensato sulla scorta dell’esperienza di questi mesi di crisi sanitaria. La disponibilità di spazio si è dimostrata fondamentale: più spazio libero nelle zone di vendita ma soprattutto ampi spazi all’ingresso con possibilità di attendere, in caso di ingressi contingentati al punto vendita, non in estenuanti code all’aperto, ma in una confortevole sala dotata di area break, area ristoro, display di comunicazione e servizi”.

“L’area – precisa Paolo Chiaramida – sarà dotata di locker, anche refrigerati, forniti dalla startup Spesafacile per consentire ai clienti che hanno comprato online di ritirare i propri ordini velocemente e in sicurezza”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background