Open Arms, Bonino: “Sì a processo, Salvini si difenda in tribunale” 

Pubblicato da in data 29 Luglio 2020

Open Arms, Bonino: Sì a processo, Salvini si difenda in tribunale

Fotogramma

Pubblicato il: 30/07/2020 10:30

“Voteremo in diniego della richiesta della Giunta di dire no al processo a Salvini, ribadisco che i motivi di sicurezza nazionale che possono giustificare la violazione della legge devono ravvisare da stati di necessità che non vedo”. Così Emma Bonino, del gruppo Misto, parlando in Senato, durante il dibattito in vista del voto sul caso Open Arms, con la richiesta di processo fatta dal tribunale dei ministri di Palermo. “Oggi dobbiamo decidere se Salvini deve essere mandato a processo per sequestro di persona e omissione di atti di ufficio, norme che i decreti di sicurezza non ha eliminato”

“Noi non siamo un tribunale, non dobbiamo decidere se Salvini è colpevole o innocente”, aggiunge Bonino. “Né dobbiamo discutere delle idee del senatore Salvini sull’immigrazione”. “E’ la terza volta che siamo chiamati a pronunciarci su Salvini e per la terza volta intervengo per ricordare qual è il compito che ci assegnano legge e Costituzione”, aggiunge Bonino. “Salvini avrà la possibilità – conclude – di difendersi nel processo”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background