Sileri: “Incerta durata immunità. Seconda ondata? Non come a febbraio” 

Pubblicato da in data 5 Agosto 2020

Sileri: Incerta durata immunità. Seconda ondata? Non come a febbraio

Fotogramma

Pubblicato il: 06/08/2020 13:59

“I numeri emersi dalla ricerca Istat, che sono stati appena pubblicati sono altissimi e sono una fotografia del passaggio del virus in Italia. C’è il tema però da evidenziare sull’immunità e sulla sua durata, non sappiamo quanto duri l’immunità, non lo sanno nemmeno gli scienziati. Io stesso che ho preso il virus, ed ho gli anticorpi, non saprei dire per quanto ancora. E’ importante non abbassare la guardia”. Così il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto al programma “Genetica Oggi” su Radio Cusano Campus.

“Il principio di massima precauzione – aggiunge il viceministro – ci aiuta ad avere numeri stabili rispetto agli altri paesi. Personalmente credo che vadano osservati i paesi del Nord Europa che andranno prima di noi incontro a temperature più basse che favoriscono il virus e questo potrebbe essere predittivo per l’Italia e per quello che accadrà a settembre ed ottobre quando le temperature si abbasseranno anche da noi a partire dal nord”.

“Da medico io distinguo ciò che è emergenza da ciò che è urgenza. L’emergenza per come l’abbiamo vissuta nel mese di febbraio faccio fatica a rivederla in una seconda ondata. Sicuramente avremo una ripresa dei contagi, ma faccio fatica a immaginare un’Italia a ottobre, novembre e dicembre con mille morti al giorno. Il virus circola poco, pochissimo in Italia. Ed è raro che si finisca in ospedale per covid 19 in questo momento. Faccio fatica anche a immaginare un virus che torna a fare stragi nelle Rsa. Io penso ad un passaggio controllato del virus e non come è stato in passato”, ha aggiunto Sileri, annunciando: “Confermo che il Dpcm di agosto sarà in vigore da lunedì 10. Riguardo le norme dico che possono essere riviste anche in futuro in base all’andamento epidemiologico, attualmente i numeri sono abbastanza stabili, è vero che ieri si è osservato un aumento del numero dei contagi ma credo che vada visto l’andamento di settimana in settimana e non giorno dopo giorno”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background