Elezioni, Bonaccini: “Alleanza Pd-M5s funziona solo se si basa su programma” 

Pubblicato da in data 21 Agosto 2020

Elezioni, Bonaccini: Alleanza Pd-M5s funziona solo se si basa su programma

Pubblicato il: 22/08/2020 11:23

“Penso che le alleanze fatte solo per battere gli avversari servono a molto poco, se sono invece alleanze basate sul programma ben vengano. Abbiamo un caso di scuola a Faenza, città di oltre 50mila abitanti, dove ci sarà per la prima volta un’alleanza tra Pd e Movimento 5 stelle, ma fatta sui programmi, non per decidere come arginare gli altri”. Lo ha detto a Sky TG24, in collegamento dal Meeting di Rimini, il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, parlando delle alleanze in vista delle prossime elezioni amministrative.

Commentando poi il mancato sostegno del M5S alla sua candidatura in Emilia Romagna, Bonaccini ha dichiarato: “io al M5s chiesi di sederci al tavolino e provare a fare un’alleanza, perché nell’ultimo anno avevano votato pressoché tutte le scelte più importanti. Dissero di no, amici come prima e rispetto reciproco, però gli dissi ‘vi vengo a prendere i voti uno a uno a casa vostra’ ed è andata esattamente così. Il candidato 5 Stelle crollò al 3,5% e tanti elettori dei 5 Stelle hanno saputo da soli cosa fare, al di là dei nostri richiami, perché sapevano che con una legge a turno secco avremmo vinto o io, o la mia avversaria, anzi, mi viene da dire, quello che era il mio avversario, Salvini, che sembrava invincibile”.

Il Movimento 5 stelle – ha concluso Bonaccini – ha di fronte a sé un tema che non potrà rifuggire per sempre: se stare da una parte o stare dall’altra”.

Per quanto riguarda gli ultimi dati relativi all’emergenza coronavirus, “per ora mi pare che la situazione, pur in crescita, sia ancora sotto controllo”. “Rispetto agli altri paesi europei, siamo il Paese che sta arginando meglio la pandemia – spiega Bonaccini – è vero, si è abbassata molto l’età media dei positivi seppure sono casi meno gravi di quando, mesi fa, avevamo i reparti di terapia intensiva pieni. Ma bisogna stare molto attenti ed evitare di dire che il virus è sconfitto”. “Evitiamo – sottolinea – che per colpa di qualche irresponsabile si debba tornare a chiudere ciò che con tanti sforzi abbiamo riaperto”.

Per Bonaccini “finché non ci sarà il vaccino, il virus non sarà sconfitto”. Per questo, sottolinea, “è necessario fare, in tutte le regioni, migliaia di tamponi”. “In Emilia-Romagna stiamo aggredendo il virus, facciamo più di 10 mila tamponi al giorno e migliaia di test sierologici. Bisogna tracciare, verificare e isolare immediatamente i positivi”, conclude.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background