Cina denuncia: “Incursione aereo spia Usa, palese provocazione” 

Pubblicato da in data 25 Agosto 2020

Cina denuncia: Incursione aereo spia Usa, palese provocazione

(Afp)

Pubblicato il: 26/08/2020 14:29

Pechino denuncia: un aereo spia americano è entrato nella no-fly zone cinese durante manovre militari nel nord del gigante asiatico, da mesi protagonista con gli Stati Uniti di uno scontro a tutto campo, dalla politica all’informazione, passando per la ‘guerra tecnologica’ e la pandemia di coronavirus. La prima denuncia è arrivata ieri dal ministero della Difesa di Pechino e poi stamani il dicastero degli Esteri ha ribadito come un aereo da ricognizione U-2 sia entrato nella no-fly zone “senza autorizzazione” con ripercussioni per le manovre militari e una “violazione delle norme di comportamento per la sicurezza nei cieli e in mare” e delle “norme internazionali”.

Non è chiaro a quando risalgano i fatti. “E’ stata una palese provocazione”, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian, che ha confermato la presentazione di una protesta formale agli Usa. Alla Cnn le forze armate Usa hanno confermato che un aereo spia U-2 ha sorvolato la regione dell’Indo-Pacifico senza violare norme e regolamenti internazionali. “Chiediamo agli Usa di porre immediatamente fine a queste provocazioni – ha concluso Zhao – e di lavorare concretamente per la pace e la stabilità nella regione”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background