Finanza: Sapienza Finanziaria, per futuri traders al via II edizione ‘Missione Libertà’  

Pubblicato da in data 30 Agosto 2020

Sapienza Finanziaria, per futuri traders al via II edizione 'Missione Libertà'

Da sinistra: Ezio Angelozzi e Giulio Pasquini

Pubblicato il: 31/08/2020 13:40

Tre giorni di diretta streaming per progettare il proprio futuro professionale, adattarsi al cambiamento e costruire una propria carriera nel trading finanziario. Formatori, analisti finanziari, traders e giornalisti si interfacceranno con il pubblico focalizzando argomenti estremamente attuali: le nuove opportunità di crescita professionale, la formazione al servizio della propria libertà finanziaria, l’interazione tra gli algoritmi e l’intelligenza umana, gli strumenti tecnico finanziari e gli scenari delle nuove frontiere, ovvero la finanza decentralizzata basata sulla blockchain (Defi). La seconda edizione di “Missione Libertà Live” che lo scorso anno ha riunito fisicamente una vasta platea di aspiranti trader a Riccione (Rn) quest’anno si terrà online dal 4 al 6 settembre.

“Quest’ultima crisi mondiale ci sta dimostrando che il cambio di paradigma è ormai in pieno svolgimento – spiega Giulio Pasquini, fondatore di Sapienza Finanziaria, attiva dal 2017, che ha raccolto dalla sua nascita trentamila studenti – nonostante le incertezze del nostro tempo, esistono grandi opportunità per generare ricchezza e acquisire la propria libertà finanziaria. Ne è dimostrazione il fatto che durante la quarantena abbiamo avuto un netto aumento degli iscritti ai corsi gratuiti online. Persone provenienti da ogni parte d’Italia, in cerca di un reddito alternativo a quello del lavoro tradizionale, messo in crisi dalla pandemia”.

“Se tra gennaio e febbraio arrivavano in media duemila iscritti ai corsi ogni mese, a marzo e aprile abbiamo avuto sei mila iscrizioni quelle ai corsi a pagamento, addirittura sono decuplicate. Ciò perché sempre più persone sono in cerca di opportunità, sia lavorative sia di emancipazione personale, e hanno deciso di investire nella formazione professionale proprio in un momento di incertezza. Ad attrarre, la possibilità di generare reddito da casa: creando una sorta di “piano B” rispetto alla posizione lavorativa attuale”, spiega Pasquini.

Il fattore umano, al di là degli aspetti tecnologici è risultato vincente negli ultimi mesi. È quanto emerge dalla recente esperienza di Trader Élite il gruppo composto attualmente da tredici traders professionisti scaturito dai corsi avanzati di Sapienza Finanziaria che durante il periodo Covid è riuscito a ottenere performance di rendimento del +8,7%, mentre i più importanti fondi al mondo perdevano fino al -42%.

“Proprio per replicare queste esperienze positive e di realizzazione personale è stata rafforzata la partnership tra coaching e formazione tecnico finanziaria – spiega Ezio Angelozzi, formatore, scrittore e autore del libro “Lo stipendio nuoce gravemente alla felicità” edito da Europa edizioni, ricordando che, dopo il Covid, in particolare, è stato migliorato l’approccio basato sulle potenzialità dell’intelligenza artificiale e sulle capacità cognitive della persona.

“Elementi fondamentali come intuizione e lato emotivo, -dice- caratteristiche proprie dell’essere umano si stanno rivelando il vero plus anche in ambiti dove gli automatismi sembravano essere l’unico fattore di successo. Il software, infatti, fa dei calcoli, ma non può immaginare scenari o imprevedibili shock esterni. Proprio in settori come quello finanziario, dunque, assume estrema importanza il fattore umano e Missione Libertà punta a promuovere la capacità di ascoltare sè stessi e di porsi obiettivi reali”.

Il trading, spiegano da Sapienza Finanziaria,”non è una “scommessa”, né, tantomeno, un modo di fare soldi facili, ma una disciplina rigorosa che può aiutare a gestire meglio le proprie finanze e, per i virtuosi, costituire addirittura una prospettiva professionale nel mondo della finanza”. La filosofia che sta alla base di Sapienza Finanziaria, nei tre giorni dell’evento sarà anche il filo conduttore che aprirà le porte agli scenari futuri in campo micro e macro-economico. A delineare gli scenari futuribili ci sarà Roy Reale, analista finanziario, studioso dei grandi cicli dei mercati, nonché Ceo della Shin Global Private Ltd con sede a Singapore il cui core business è l’elaborazione e la raccolta di macro dati economici, sociali e finanziari. In tutto il mondo tali analisi di scenario vengono acquistate da clienti privati o aziende per comprendere quali potrebbero essere le evoluzioni dei sistemi economici.

“Dal 2007 gli utili delle banche hanno subito un collasso nonostante le iniezioni di liquidità delle banche centrali – spiega Roy Reale – Il processo di cambiamento è dunque in corso. Tante banche chiuderanno i battenti, mentre altre avranno saputo sfruttare le opportunità del nuovo mondo finanziario. Uno scenario futuribile nel prossimo decennio vede uno switch importante a vantaggio delle nuove modalità di ingresso ai servizi finanziari. Una dinamica che è già in atto, seppur a livello embrionale”.

Gli esempi sono tanti. Se oggi per un bonifico tra Usa e Hong Kong si pagano commissioni salate, tramite la blockchain tali costi si azzerano e i tempi di trasferimento sono istantanei. Ci sarà qualcuno che saprà fare tesoro di queste previsioni? Un modello di business completamente reinventato che passa per la finanza decentralizzata.

“Per accedere al mondo della finanza, oggi, si deve necessariamente aprire un conto corrente – spiega Roy Reale – l’attuale legame con il sistema bancario è imprescindibile al momento, ma cosa succederà in futuro? Con la finanza decentralizzata (Defi) si può prevedere che circa 1,7 miliardi di persone (secondo i dati e le stime della Banca Mondiale) a cui fino ad oggi erano preclusi a servizi finanziari potrebbero iniziare a fare operazioni tramite un semplice smartphone e una connessione internet.

Prima di decidere se optare per un servizio o prodotto Defi, uno fintech o un servizio finanziario tradizionale, è dunque opportuno valutare con attenzione vantaggi e svantaggi. Per prima cosa è importante comprendere il funzionamento dei nuovi sistemi finanziari, se presentano o meno una garanzia nel caso che qualcosa dovesse andare storto in modo da non farsi trovare impreparati.

Successivamente sarà fondamentale valutare i costi associati e la reale convenienza, per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Dotarsi di una buona educazione finanziaria di base, indipendentemente dal fatto che qualcuno abbia a che fare con soluzioni di finanza decentralizzata, fintech o di finanza tradizionale rimane la vera arma vincente per affrontare la professione e ottenere risultati importanti.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background