Covid, Zangrillo: “Ecco perché vediamo soprattutto asintomatici” 

Covid, Zangrillo: Ecco perché vediamo soprattutto asintomatici

(Fotogramma)

Pubblicato il: 02/09/2020 17:40

“Come anticipato da studi anche del San Raffaele, è sempre più evidente la correlazione tra ridotta carica virale e variazione quadro clinico, motivo per cui da Maggio abbiamo visto perlopiù malati asintomatici o che comunque non necessitavano della terapia intensiva”. Lo scrive su Twitter il professor Alberto Zangrillo, prorettore dell’Università San Raffaele, in un tweet. Zangrillo pubblica anche un’illustrazione per evidenziare che “in questo studio hanno dimostrato come una bassa carica virale è risultata indipendentemente associata ad un ridotto rischio di essere intubati e morire: i pazienti intubati e deceduti avevano una carica virale 8 volte superiore a quelli sopravvissuti/non intubati”. Il direttore della terapia intensiva del San Raffaele, come è noto, alla fine di maggio ha fatto scalpore affermando che “da un punto di vista clinico il virus non esiste più”.