Due pescherecci sequestrati dalla Libia. I marinai: “Stiamo bene” 

Due pescherecci sequestrati dalla Libia. I marinai: Stiamo bene

(Immagine di repertorio – Xinhua)

Pubblicato il: 02/09/2020 13:33

Due pescherecci della marineria di Mazara del Vallo, ’Antartide’ e ‘Medinea’, sono stati sequestrati dalle autorità libiche a Nord di Bengasi. Come si apprende, altri due pescherecci sarebbero riusciti a sfuggire alla cattura.

“Stiamo bene. Ci trattano bene, stiamo sbrigando alcuni documenti e aspettiamo di ricevere qualche notizia per tornare presto a casa” dice un membro dell’equipaggio del peschereccio di Mazara del Vallo ‘Medinea’, sequestrato insieme all’Antartide ieri sera dalle autorità libiche, nella telefonata all’armatore del motopesca, Marco Marrone. Poche parole per tranquillizzare anche i familiari. “Tutti e sei sono a bordo – racconta Marrone all’Adnkronos -. Il capitano ieri sera, quando la barca è stata bloccata, è stato preso a bordo della vedetta libica e portato a Bengasi, poi è stato nuovamente trasferito a bordo del peschereccio”.

L’armatore: “Siamo nelle mani del governo”

Quello dei sequestri è un problema che la marineria di Mazara del Vallo conosce bene. “E’ un fenomeno che va avanti da anni – dice Marrone -, siamo stanchi, non si può più lavorare così. Adesso la priorità, però, è portare a casa l’equipaggio e la barca. Speriamo che la Farnesina riesca a fare tempestivamente qualcosa. C’è massima attenzione”.