Migranti, Linardi (Sea Watch): “Questo governo ha lasciato persone in mare” 

Migranti, Linardi (Sea Watch): Questo governo ha lasciato persone in mare

(Afp)

Pubblicato il: 02/09/2020 09:08

“Governo dopo governo si continua a non gestire un fenomeno che ci riguarda, spero che prima o poi lo si capirà cercando di lavorare all’origine del problema. Sarebbe meglio lavorare sulla creazione di alternativa. Se se siamo lì, in mare, è perché crediamo che nessuno si meriti di morire come un cane. Questo governo ha lasciato persone in mare”. E’ la denuncia di Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch, intervenuta ad Agirà su Rai3. “Abbiamo fotografato dal nostro aereo un corpo in mare perché il corpo di un uomo è come una bottiglietta di plastica caduta da un peschereccio – dice ancora- questo è il valore che diamo a queste persone. Come cittadina mi piacerebbe che tutte le persone venissero trattate come tali”.

Linardi spiega che “non è stato semplice dare da magiare alle persone a bordo della Sea Watch 4, non abbiamo più vestiti di riserva e abbiamo cominciato a razionare l’acqua. E poi ci sono molte persone che riportano ustioni da carburante”. “Le ustioni sul corpo – dice – sono una cosa che osserviamo spesso, per la miscela di benzina e carburante che si forma sul barchino”. E ha detto che “un ragazzo di 17 anni è stato evacuato d’urgenza” per le ustioni riportate.

Quanto ai decreti sicurezza, “mi aspettavo tempi più rapidi”. “Si deve lavorare su strumenti più lungimiranti – spiega – credo anche che sia tropo facile guardare alle ong. Diventa una via di fuga troppo semplice alla quale stanno guardando in tanti”.