Covid, Vescovi: “Fate catechismo col cielo stellato o con visite ai monumenti” 

Covid, Vescovi: Fate catechismo col cielo stellato o con visite ai monumenti

(Fotogramma)

Pubblicato il: 05/09/2020 18:24

di Elena Davolio

Anche le vaghe stelle dell’Orsa maggiore, un bel cielo stellato, per dire, la visita al Colosseo o a qualsiasi monumento o opera d’arte possono fare capire ai ragazzi il senso della creazione. La Conferenza episcopale italiana, attraverso l’Ufficio catechistico nazionale, ha dato vita ad una serie di originalissime linee guida per spiegare come fare catechesi nel Paese ai tempi del Coronavirus.

Ebbene, tra le indicazioni della Cei si sollecitano catechisti, sacerdoti, laici impegnati, a riprendere le attività religiose nel rispetto delle regole. E, passando in rassegna le linee guida, c’è anche la sollecitazione ai catechisti ad uscire dalle stanze grigie, chiuse, dove comunque l’afflusso deve essere contingentato per via delle norme sanitarie anti Covid.

“La stagione della ripartenza – scrive la Cei – all’inizio dell’anno pastorale dovrebbe vedere sorgere dei ‘nuovi Saulo’: catechisti, formatori ed educatori che abbiano orizzonti grandi e il coraggio di percorrere nuove vie di evangelizzazione. Perché non immaginare ambienti per il catechismo che non siano più sale al chiuso, ma spazi aperti?”. Da qui gli originali suggerimenti: “Perché non spiegare ad esempio ai bambini la creazione, mostrando il cielo stellato? Perché non provare a sfruttare i monumenti sacri e le opere artistiche delle nostre città per introdurre nei grandi misteri della fede? Perché non percorrere i sentieri dentro e fuori le città per insegnare il senso della costante compagnia di Dio, della crescita nella fede, della comunione ecclesiale?”.

C’è anche il suggerimento ad allargare gli orizzonti, andando oltre il proprio credo: “Perché non andare ad incontrare comunità di altre confessioni cristiane e religioni presenti nel territorio, per valorizzare i punti in comune e insegnare ad apprezzare le differenze?”.