India, nonostante il record di casi covid riapre il Taj Mahal 

Pubblicato da in data 7 Settembre 2020

India, nonostante il record di casi covid riapre il Taj Mahal

(Fotogramma)

Pubblicato il: 08/09/2020 13:34

Il Taj Mahal, la principale attrazione turistica indiana, si appresta a riaprire ai visitatori, dopo oltre sei mesi di chiusura a causa della pandemia. La decisione, annunciata oggi, è stata presa nonostante l’India sia ormai il secondo Paese al mondo per numero di contagi, con oltre 4,2 milioni di casi, e un costante aumento dei decessi. La riapertura del Taj Mahal, hanno annunciato le autorità regionali, è prevista per il 21 settembre.

I turisti dovranno seguire tutti i protocolli per il Covid-19, come il distanziamento sociale, l’obbligo di indossare le mascherine e la sanificazione delle mani. I biglietti di ingresso saranno acquistabili online. L’ingresso sarà consentito solamente a 5mila visitatori al giorno, divisi in due turni, rispetto alla media di 25mila visitatori giornalieri pre coronavirus.

Il Taj Mahal, costruito a metà del XVII secolo dall’imperatore Shah Jahan, come mausoleo per la sua amata regina Mumtaz Mahal, si trova nello stato dell’Uttar Pradesh, tra i cinque stati indiani più colpiti dal coronavirus.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background