Gismondo: “Vaccino entro l’anno utopia scientificamente infondata”  

Pubblicato da in data 8 Settembre 2020

Gismondo: Vaccino entro l'anno utopia scientificamente infondata

Maria Rita Gismondo (Fotogramma)

Pubblicato il: 09/09/2020 10:23

“Il vaccino ha bisogno dei suoi tempi. Per cortesia, non facciamo una corsa in avanti dicendo che vaccineremo già a fine anno: è un’utopia scientificamente infondata”. Lo sottolinea all’Adnkronos Salute Maria Rita Gismondo, direttrice del Laboratorio di Microbiologia clinica, Virologia e Diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, commentando la sospensione dei trial clinici sul vaccino AstraZeneca-Oxford per la reazione avversa in un partecipante alla sperimentazione.

“Purtroppo nella scienza dire l’avevo detto è molto triste, perché in ballo ci sono la salute e le speranze della gente. Ma la notizia che AstraZeneca ha interrotto momentaneamente i test sul vaccino – prosegue Gismondo – dà credito a quanto detto da alcuni di noi, come l’immunologo Alberto Mantovani: il vaccino ha bisogno di tempi lunghi per essere sicuro, non si può abbreviare nessuna fase. Già nella fretta” dei test per arrivare prima possibile a un vaccino contro il virus Sars-Cov2 “abbiamo qualche caso da dover esaminare e approfondire per effetti collaterali e indesiderati: vogliamo ancora accelerare e rischiare?”

“Non si può illudere la gente”, rimarca Gismondo. Non solo. “Così facendo, correndo, facciamo il gioco dei no vax e rischiamo vittime da mancate altre vaccinazioni come quella contro il morbillo e altre malattie trasmissibili prevenibili”, conclude.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background