Scuola, preside Tasso di Roma: “Si va verso militarizzazione o si chiude” 

Pubblicato da in data 13 Settembre 2020

Scuola, preside Tasso di Roma: Si va verso militarizzazione o si chiude

Fotogramma

Pubblicato il: 14/09/2020 13:09

Nuovo regolamento disciplinare; posizione statica sui banchi o in situazione dinamica in classe si sta con mascherina; igiene, rispetto delle regole di distanziamento e tracciamento….”Andiamo verso una sorta di militarizzazione ma c’è da scegliere. Vogliamo restare a scuola il più possibile? Allora bilanciamo le regole per assicurare il diritto alla salute ed all’istruzione anche nei tracciamenti. Perché se non ci riusciamo chiudiamo. Lo ho detto ai rappresentanti degli studenti più avanti lo dirò individualmente alle classi. I ragazzi vanno coinvolti”. Lo dice all’Adnkronos Paolo Pedullà, preside dello storico liceo Tasso di Roma che oggi ha aperto le porte alle prime classi, entrate in due turni alle 8.30 e alle 9.30 per quattro ore di lezione.

“E’ faticoso – prosegue il dirigente scolastico -. In questo momento mi preoccupa tutto, ma soprattutto rendere operativa la connessione on line e vedere se effettivamente si riescono a coinvolgere i ragazzi collegati da casa. La Dad – spiega – ci sarà ma la prima settimana no. La piattaforma è pronta ma dobbiamo ancora installare le videocamere”.

Con la Didattica a distanza in arrivo anche novità sul fronte regolamento disciplinare che ancora deve essere approvato dal collegio docenti. “Ci sono stati qui ed in vari licei episodi di ‘troll’, disturbatori, che su telegram durante il lockdown chiedevano di il link delle lezioni on line, entravano e intervenivano con volgarità e parolacce – riferisce – Un comportamento del genere sarà sanzionato. Come in genere atti di cyberbullismo. L’incremento dell’uso dei social lo rende necessario”.

Banchi? “Ne abbiamo comprati 300 che hanno consentito di rendere possibile una maggiore presenza alunni in classe. Ne abbiamo ordinati 650 ad Arcuri ma non sono ancora pervenuti”. “Funziona” invece la situazione mascherine: “Ne abbiamo 8mila da Arcuri in loco ed altrettante da ritirare dalla Regione”. Non è chiara invece la questione smaltimento dei dispositivi di protezione: “vanno nell’indifferenziata , ma non so ancora come sarà gestito il tutto”.

Ma gli orari di ingresso continueranno ad essere scaglionati? “E’ in corso un monitoraggio della regione Lazio che deve analizzare il carico dei trasporti su un eventuale ulteriore scaglionamento – risponde il preside – Domani i ragazzi di prime e seconde entreranno alle 8.15 e 8.45 , e faranno lezione per quattro ore. Poi – conclude – si aggiungeranno le terze, poi le quarte e venerdì tutte”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background