Ue: Del Conte, ‘bene Von der Leyen, salario minimo sia rimesso a ccnl’ 

Del Conte: Bene Von der Leyen, salario minimo sia rimesso a ccnl

Maurizio Del Conte (foto Labitalia/Adnkronos)

Pubblicato il: 17/09/2020 15:41

“La dichiarazione della presidente della Commissione è importante perché impegna l’Europa a contrastare il fenomeno del dumping salariale che tipicamente segue le fasi recessive del ciclo economico. Il messaggio implicito è che l’Europa deve uscire da questa crisi puntando su maggiore produttività e più elevate competenze professionali, non riducendo il costo del lavoro”. Lo dichiara ad Adnkronos/Labitalia Maurizio Del Conte, presidente di Afol Metropolitana.

“D’altra parte, la Von der Leyen lascia agli Stati membri la scelta di determinare il salario minimo o direttamente per legge o rimettendolo alla contrattazione collettiva”, osserva ancora Del Conte che è un giuslavorista e che ha guidato anche l’Anpal.

“Vista la storia e il quadro giuridico italiano, ritengo che nel nostro paese la scelta dovrà essere proprio quella di rimettere la questione ai contratti collettivi, ma sarà necessario un intervento normativo che definisca i criteri di rappresentatività delle parti stipulanti in modo da poter rendere i minimi salariali davvero vincolanti per tutti, imprese e lavoratori”, ipotizza Del Conte.