Lesina senza sindaco, non eletto l’unico candidato leghista 

Pubblicato da in data 21 Settembre 2020

Lesina senza sindaco, non eletto l'unico candidato leghista

Foto Fotogramma

Pubblicato il: 22/09/2020 14:56

Per soli 58 elettori che non si sono presentati alle urne Lesina, città lagunare di 6000 abitanti in provincia di Foggia, non avrà un sindaco ma sarà retta da un commissario. Nella città lagunare le elezioni non sono valide. Era in lizza solo una lista, la civica Lesina Azzurra, con candidato sindaco il 52enne geometra Primiano Di Mauro, già vice sindaco nella precedente amministrazione. Di Mauro è stato scelto dall’europarlamentare Massimo Casanova, amico di Matteo Salvini e patron del rinomato Papeete a Milano Marittima dove il leader della Lega trascorre sempre qualche giorno di riposo estivo.

A Lesina Casanova è di casa da venti anni e l’anno scorso anche Salvini ha trascorso le vacanze, innamorandosi del Gargano. Di Mauro è stato scelto come la persona giusta per Lesina proprio da Casanova e alla presentazione delle liste l’europarlamentare amico di Salvini era già contento: ”Abbiamo già un sindaco”. E lo stesso ripeteva Salvini il 23 agosto: ”Un sindaco pugliese lo abbiamo già eletto ancor prima del confronto elettorale”.

Invece è andata diversamente. ”E’ stata una lotta dura – dice Di Mauro all’Adnkronos – solo per circa 50 voti non è stato raggiunto il quorum. Mi rattrista non aver avuto un confronto per l’incapacità di gente che non è riuscita a presentare liste e poi ha creato i comitati per il non voto. Questo è triste perché già il popolo non vede di buon occhio la politica e in questo modo si alimenta il malcontento”.

Di Mauro continua a credere nel progetto della Lega al Sud anche se proprio le resistenze alla Lega possono aver giocato contro. ”Salvini ha a cuore tutti i suoi rappresentanti sul territorio – dice Di Mauro – la Lega è una grande famiglia e quando c’è da spendersi Matteo c’è sempre”.

Circa la frase di Salvini sulla sua elezione certa, ”non ho ascoltato queste parole – spiega Di Mauro – se le ha dette lo ha fatto certamente come forma di auspicio. Il progetto politico andrà avanti. Il mio impegno politico è dettato solo dalla passione. Con Massimo mi sono sentito e mi ha rinnovato la sua vicinanza politica. Mi sarebbe piaciuto confrontarmi in campagna elettorale con altre liste ma c’è gente che non è stata capace di presentarle”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background