Regionali, la candidata Iv: “Delusa? Un po’, ma gettate basi per il futuro” 

Pubblicato da in data 21 Settembre 2020

Regionali, la candidata Iv: Delusa? Un po', ma gettate basi per il futuro

Fotogramma

Pubblicato il: 22/09/2020 19:40

“La mia era una candidatura di servizio ma quando ci metti la faccia e la fatica, un po’ di delusione c’è, è inutile nasconderlo…”. Daniela Sbrollini di Italia Viva si è fermata sotto l’1% nella Veneto del ‘doge’ Luca Zaia. “Con la percentuale al 76% di Zaia era matematicamente impossibile arrivare al 3% ed entrare in consiglio. Non ce l’abbiamo fatta noi, non ce l’hanno fatta neanche i 5 Stelle”, dice Sbrollini all’Adnkronos.

Eppure la senatrice Iv un dato positivo lo coglie: quello di aver comunque creato una rete e gettato la basi per il futuro. Perchè, Sbrollini ne è convinta, in Veneto si andrà al voto anticipato: “Questa sarà una legislatura breve, Zaia sarà il leader della Lega e nel 2013 -quando ci saranno le politiche – in Veneto si tornerà al voto. E noi dobbiamo farci trovare pronti”.

“A questo lavorerò da domani, anzi tra 4 giorni perchè stacco un pochino… in 80 giorni di campagna elettorale ho fatto 10mila chilometri, ho girato tutto il Veneto. E la prima cosa che farò sarà convocare una grande riunione regionale, prima di tutto con le liste che mi hanno appoggiato, ma subito allargata ad Azione di Calenda e a Più Europa e magari anche a qualche amici del Pd… dobbiamo lavorare da subito”.

“E’ dai tempi di Cacciari che ad ogni tornata elettorale, il centrosinistra perde ulteriori consensi ma sono certa che, senza più un presidente così forte come Zaia, sia possibile tornare in partita. Il Pd rispetto a 5 anni fa ha perso 50mila voti… significa che tutto il voto moderato e di sinistra è andato a Zaia. Ma non sarà così per sempre. Noi oggi siamo presenti in tutte e 7 le province del Veneto, abbiamo avuto 55 candidati in lista, molti giovanissimi”.

Un progetto per il ‘dopo Zaia’ si può e si deve costruire: “Per questo voglio organizzare subito una assemblea allargata. Non si può abbandonare il territorio dopo la sconfitta. Io non lo farò. Tra i tantissimi messaggi di affetto che ha ricevuto, molti mi hanno scritto: ‘Non mollare’. Non ho nessuna intenzione di farlo”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background